Sapete che quest’anno la IUC non esiste più?

Redazione

A livello nazionale, ma anche e soprattutto locale, sono tante le imposte che ci tocca pagare. Fino all’anno scorso una delle più esose è stata l’Imposta Unica Comunale (o IUC) che, come noto a milioni di contribuenti, riunisce sotto lo stesso “tetto” l’IMU, la TASI e la TARI. 

Ma, grazie alla legge di bilancio 2020, c’è stata una grande novità: la IUC è stata abolita a favore di una nuova Imu.

In buona sostanza l’imposta sugli immobili che non sono abitazione principale nel 2020 è solo una: l’Imu diventa un unico tributo insieme alla Tasi.

Sapete che questanno la IUC non esiste piu

La nuova IMU 2020 riunisce infatti in un’unica imposta sia la “vecchia” IMU sia la TASI, mantenendo però struttura e “impostazione fiscale” dei vecchi tributi.

Non cambia il presupposto d’imposta che è sempre costituito dal possesso di immobili ovvero di fabbricati, aree fabbricabili e terreni agricoli, inoltre sono tate confermate le disposizioni vigenti compresa la tassazione derivante dai fabbricati ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D.

La nuova IMU 2020 hA un’aliquota base dell’8,6 per mille, con il versamento fatto in due rate, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre, con possibilità di versare interamente il dovuto entro il 16 giugno.

Next Post

Ordinanze, ecco quali sono quelle contingenti ed urgenti

Mai come in questo periodo abbiamo sentito parlare, più che in abbondanza, di ordinanze, emesse sia a livello statale, che regionale che addirittura comunale. Se, in generale, le ordinanze contengono delle imposizioni, in positivo ed in negativo, qual è la peculiarità di quelle contingenti ed urgenti? L’ordinanza contingibile e urgente è […]
Ordinanze ecco quali sono quelle contingenti ed urgenti