Sara Tommasi, aveva allucinazioni e fu abusata

La vicenda che vede coinvolta Sara Tommasi, nella sua ascesa da candidata politica ad attrice porno, assume contorni sempre più torbidi, soprattutto in queste ore che è ripreso un processo che la vede coinvolta come vittima di stupro.

Il processo sul presunto stupro ai danni della showgirl umbra riguarda fatti avvenuti quattro anni fa durante le riprese del film hard “Confessioni private”, diretto dal regista Max Bellocchio, finito sul banco degli imputati con Federico De Vincenzo, ex manager dell’attrice e gli attori Pino Igli Papale e Fausto Zulli.

La Tommasi confessò di essere stata prima drogata e poi violentata sul set allestito in un albergo di Buccino, nel salernitano; e le indagini, svolte dai carabinieri di Eboli, coordinati dalla Procura di Salerno, misero in evidenza come gli indagati «approfittando dello stato psicologico» che stava vivendo la soubrette l’avrebbero convinta a girare le scene di sesso.

Davanti ai giudici ha parlato Michele Sforza, neuropsichiatra, che aveva visitato la showgirl quattro volte tra il 2011 e il 2012; lo specialista ha spiegato che la Tommasi soffriva di “psicosi, deliri e allucinazioni visive e uditive”, sintomi che erano “percepibili da chiunque”.

Interrogato anche Stefano Ierardi che nel 2013 era legato sentimentalmente a Sara Tommasi, con la quale aveva avuto un rapporto burrascoso, dettato forse dalla sua gelosia, per via del legame con l’altro imputato Federico De Vincenzo.

La prossima udienza è prevista per il 25 novembre prossimo.

Next Post

Kim Kardashian ritrova la linea e si mostra nuda in copertina

L’obiettivo è quello dei fotografi Mert Alas & Marcus Piggot, l’occasione il decimo anniversario del magazine GQ: la bellissima Kim Kardashian posa nuda in copertina con addosso solo uno spolverino tra le braccia che copre le parti intime e i capezzoli. Non è la prima volta che la star posa senza […]
Kim Kardashian ritrova la linea e si mostra nuda in copertina