Scienza conferma: Gli occhi possono rivelare quando moriremo

Redazione

I nostri occhi, forse uno dei più importanti dei 5 organi di senso, hanno più funzioni di quanto pensiamo.

Con uno studio scientifico pubblicato sul British Journal of Ophthalmology, è stato rivelato che gli occhi possono rilevare direttamente l’età biologica di una persona, e quindi lo stato di salute generale.

Esaminando le condizioni delle retine, gli scienziati che conducono la ricerca possono calcolare se una persona sta invecchiando rapidamente e calcolare la sua età biologica.

Un modello di apprendimento automatico sviluppato nello studio pubblicato è stato utilizzato per calcolare l’età biologica sulle retine e l’algoritmo aveva un margine di errore così piccolo che è stato possibile stimare l’età biologica di 47.000 persone di mezza età nel Regno Unito.

Scienza conferma Gli occhi possono rivelare quando moriremo

Di queste 47.000 persone, 1.871 sono ora morte ed è stato affermato che i decessi provenivano principalmente dal gruppo con retine “più vecchie”.

Se l’algoritmo rileva che la retina di una persona è un anno più vecchia della sua età originale, la probabilità di quella persona di morire nei prossimi 11 anni per qualsiasi causa, come qualsiasi malattia, aumenta del 2% .

Allo stesso tempo, il rischio di morte per una causa diversa da malattie cardiovascolari o cancro aumenta del 3%.

Gli scienziati non possono definire completamente il legame biologico tra la retina e la durata della vita. Ecco come funziona:

La retina è molto sensibile ai danni che deriva dall’invecchiamento . Per questo motivo , grazie ai globuli e ai nervi della retina, vengono fornite informazioni sulla salute cerebrale e vascolare dell’individuo .

In passato, grazie a studi sull’occhio, gli scienziati erano in grado di prevedere malattie cardiovascolari, malattie renali e vari segni dell’invecchiamento. Tuttavia, questo studio è il primo a collegare la retina con il fattore di invecchiamento.

La retina può essere scansionata in meno di 5 minuti e se gli scienziati possono saperne di più su come questo strato di tessuto si collega al resto del corpo, potrebbe essere un eccellente nuovo sviluppo nelle mani dei medici.

Next Post

Dopo Omicron la prossima estate niente green pass?

Secondo l’opinione di alcuni epidemiologi, le misure anti-coronavirus potrebbero essere necessarie solo occasionalmente dall’estate. Se le persone rispettano le misure da sole in determinate situazioni, le restrizioni sanitarie statali potrebbero essere revocate. Dopo l’onda Omicron, misure generalizzate come indossare la mascherina o il Green Pass rafforzato (vaccinato o guarito) non […]
Dopo Omicron la prossima estate niente green pass