Selvaggia Lucarelli contro i vip di Ballando con le Stelle

Non è mai stata una che si è mai esentata dall’esprimere giudizi di ogni sorta, anche quando non era chiamata direttamente in causa ed anche quando, francamente, il suo giudizio era assolutamente irrilevante.

Ma da quando è diventata giudice di Ballando con le Stelle, e quindi le è stato dato il coltello dalla parte del manico, Selvaggia Lucarelli è inarrestabile, e non le risparmia per nessuno: da quando è iniziata la trasmissione, ormai un mese fa, ad ogni puntata si scaglia contro uno dei vip in gara, e sono sempre scintille.

“Mi viene bene rompere le scatole, cercare la smagliatura, trovare il difetto. Ho uno spirito ipercritico che si presta bene al ruolo, di sicuro non potrei essere la Balivo a Detto fatto: non sono padrona di casa rassicurante, sono ospite molesto. Al limite farei il tutor per le risse verbali, ora mi propongo a Caterina”, confessa la blogger e giornalista su Oggi.

Naturalmente non manca il suo giudizio sulla stessa trasmissione: “Credo che un innesto in una giuria simile da tanti anni possa essere salutare anche per gli altri giurati. Si ridiscutono i ruoli, si creano nuove dinamiche, Mariotto diventa ancora più cattivo per non perdere lo scettro del più cattivo e così via. E poi Milly è una sempre sul pezzo, sa quanto sono importanti i social, quanto fanno opinione, quindi credo di avere un ruolo importante anche per quello, per la mia capacità di creare bufere o opinione non solo dietro al bancone ma anche sulle bacheche di Facebook”.

Se ci sono belle parole per il programma, quelle per i vip in gara invece lo sono molto meno: “Asia Argento non sa ballare ma sa riempire il palco con la sua aura da maledetta e tormentata per cui là dove non arriva con la danza arriva col suo carisma”, mentre con Platinette “eravamo
in ottimi rapporti, da giurata le sono andata improvvisamente sulle balle. Forse chi come me o lei è abituato a stare dall’altra parte della barricata non è a suo agio nel subire i giudizi”.

E la stoccata finale è per Enrico Papi: “è una simpatica banderuola. Era amorevole quando pensava che avrei potuto aiutarlo con i voti, poi è uscito pensando di essere stato danneggiato dal televoto per aver difeso me e la giuria, e ha cominciato ad attaccare. È un po’ il Mastella di Ballando”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Non essere cattivo, pellicola italiana esclusa dagli Oscar

Non essere cattivo è stato escluso dagli Oscar Nonostante il cinema italiano…

Emma Marrone, qualche giorno di vacanza nella villa di Maria De Filippi

In attesa di ritornare alla vita di tutti i giorni, solcando i…