Sigaretta elettronica aumenta il rischio di ictus?

Negli ultimi anni si è parlato molto di sigaretta elettronica, in primis per quanto riguarda la sua valenza come alternativa alla classica sigaretta.

In tantissimi infatti, per smettere di fumare e diminuire i rischi per la propria salute, hanno scelto di passare a quella elettronica che, non bruciando il tabacco, eviterebbe di inalare tutte le sostanze più nocive e cancerogene.

Ma ora arriva un nuovo studio a ribaltare tutto: la sigaretta elettronica non sarebbe affatto innocua, anzi.

Un lavoro di ricerca che ha coinvolto 96mila persone, presentato al 68/imo meeting scientifico dell’American College of Cardiology da Mohinder Vindhyal, della University of Kansas School of Medicine, ha infatti concluso che la e-cig sia strettamente legata a maggior rischio di malattie cardiovascolari, depressione e ansia.

Più nello specifico, chi le usa ha un rischio del 55% maggiore di infarto, del 30% maggiore di ictus e un rischio doppio di depressione e ansia.

«Fino ad ora non si sapeva molto sugli eventi cardiovascolari relativo all’uso di sigarette elettroniche. Questi dati sono un vero e proprio campanello dall’allarme e dovrebbero stimolare una maggiore consapevolezza nei confronti delle sigarette elettroniche», ha quindi spiegato Mohinder Vindhyal.

Loading...
Potrebbero interessarti

Infarto, rischio in aumento con il freddo

Uno studio ha messo in evidenza l’importanza della temperatura esterna per il…

Natale, cercare diete miracolose fa male e non serve a nulla

Siamo sopravvissuti al cenone della Vigilia e al pranzo di Natale, con…