Sonno, ecco quali sono le sue fasi
Sonno ecco quali sono le sue fasi

Quando andiamo a letto, dopo una giornata intera presi tra mille impegni, c’è chi crolla in un sonno talmente profondo che sembra che neppure le cannonate riescono a svegliarlo e chi, al contrario, nonostante la stanchezza accumulata, non riesce a “spegnere” del tutto il cervello, per riposare corpo e mente.

Naturalmente, come moltissime cose della nostra vita, anche il ritmo e la qualità del sonno sono soggettivi, anche se ci sono alcune fasi che sono state universalmente catalogate dagli esperti.

In generale, la durata del sonno, che varia tra le sette e le otto ore, si divide in due grandi fasi: quella Non Rem o Nrem (Non rapid eye movement), nota anche come sonno tranquillo e a sua volta divisa in altre quattro fasi, e quella Rem (Rapid eye movement), conosciuta anche come sonno attivo o paradossale.

Durante la fase Nrem si assiste a un rallentamento del battito cardiaco, a un totale rilassamento della muscolatura e ad un abbassamento della temperatura corporea. Durante questo stadio vengono archiviati i ricordi a lungo termine.

Questa però rappresenta la circa il 5% di tutta la notte.

Il resto è occupato dal sonno Rem, fase in cui gli occhi si muovono con movimenti ritmici rapidi e che si verifica normalmente 4 o 5 volte per notte.

La fase REM del sonno è detta anche “sonno paradosso” perché è l’unica in cui si verificano i sogni. Il nostro cervello è infatti incredibilmente attivo, come se stessimo svolgendo un’attività intellettuale.

È sbagliato però pensare che questi due stadi si presentino una sola volta mentre si dorme: ciascun individuo passa infatti attraverso queste due fasi dalle 3 alle 5 volte ogni notte.

Loading...
Potrebbero interessarti

Attenzione all’acne provocata da sciarpe e maglioni accollati

Usare sciarponi e maglioni a collo alto certamente aiuta a proteggere dal…

Mai mangiare mentre si cammina, ne risente la linea

Una dieta equilibrata, col giusto apporto di tutti i nutrienti, è fondamentale…