Arriva lo spinello elettronico, legale in Francia

Si è parlato molto dell’annosa questione legata ai rincari che dovrebbero subire gli esercenti e conseguentemente i clienti legati alle sigarette elettroniche, attualmente di grande diffusione, oggi però i riflettori sono puntati sulla possibilità di quello che è stato definito lo “spinello elettronico” che potrebbe già essere legale in Francia,  l’utilizzo improprio però della definizione “spinello” ha già fatto montare la polemica.

Come abbiamo visto, la sigaretta elettronica è un dispositivo che produce del vapore e che regala a chi la sta fumando una sensazione molto simile a quella di una sigaretta tradizionale. Nella sigaretta elettronica, però, non vi è nessun processo di combustione e quindi non vengono prodotte quelle comuni sostanze cancerogene dannose per il fumatore e per chi gli sta accanto.

Il dispositivo funziona attraverso l’evaporazione di un e-liquid, una soluzione a base di acqua, glicole propilenico, glicerolo, aromi ed eventualmente nicotina. Il liquido è vaporizzato da un atomizzatore, un dispositivo alimentato da una batteria ricaricabile.

Il liquido può essere acquistato premiscelato con aromi a scelta e nicotina in concentrazione variabile o eventualmente assente. Ma se invece delle miscele tradizionali si aggiungesse erba, olio o cera di cannabis?

In realtà già da alcuni anni, oltreoceano in primis ma sempre più in tutto il mondo, sono in uso i cosiddetti “spinelli elettronici”.

Spinello elettronico, uso legale in Francia

Spinello elettronico uso legale in Francia1

Per prima ci ha pensato la Rapid Fire Marketing, società specializzata nella produzione d’inalatori a vapore, che ha deciso già nel 2013 di puntare a conquistare la leadership nel mercato degli spinelli elettronici.

Era arrivato anche in Europa, ma le polemiche erano montate subito e talmente aspre da limitarne enormemente la diffusione, ma in questi giorni qualcosa è cambiato.

Bandito dal governo francese poco più di due anni fa, lo “spinello elettronico” è stato infatti riammesso tra i prodotti commercializzabili, può essere venduto cioè come una normale sigaretta elettronica.

In realtà definirlo spinello è non è del tutto corretto perché la sigaretta elettronica contiene solo cannabinoidi ed è esente da sostanze psicoattive. In particolare contiene una molecola della cannabis, denominata cannabidiolo o CBD. A differenza dello spinello classico, favorisce il sonno e riduce l’ansia. Il prodotto, quindi, rientra nella piena legalità perché non contiene tetraidrocannabinolo (THC), la sostanza che influisce sull’attività cerebrale e induce seri effetti psicotici.

Secondo gli imprenditori che hanno presentato il prodotto, ”questa e-cig non può essere considerata come un’alternativa allo spinello” per i consumatori di cannabis. Inoltre, vista la concentrazione di cbd, gli effetti, assicurano, ”saranno molto leggeri, e i consumatori saranno quelli che già ora ricorrono alle e-cig, chi fuma il tabacco o altre sostanze”.

Per adesso, quindi, lo spinello sarà utilizzabile e legale ma l’Agenzia per il farmaco provvederà comunque alla verifica dei prodotti. Proprio una specialista dell’Agenzia nazionale di sicurezza del farmaco, qualche tempo fa, aveva lanciato l’allarme per la diffusione nel paese di liquidi a base di cannabis per sigarette elettroniche senza controlli e venduti anche sul web.

Molti psichiatri ed esperti di dipendenze, inoltre, tengono comunque alto l’allarme sui possibili rischi. L’uso della cannabis, dicono, può essere una malattia nell’adolescente e nel giovane adulto e un prodotto di questo tipo potrebbe essere particolarmente attraente per loro.

Next Post

Beautiful anticipazioni americane: il ritorno di Hope

Ci sarà un ritorno molto apprezzato dai fan della soap americana Beautiful: Hope Logan ritornerà a Los Angeles. La figlia di Deacon Sharpe e Brooke Logan tornerà ma per quale motivo? L’attrice non sarà più la stessa ma il ruolo sarà interpretato da Annika Noelle. Ovviamente il suo ritorno sarà […]