Stealthing, quando una violenza sessuale diventa moda

Se è vero che, in ambito sessuale, tutto è consentito, fermo restando il consenso di entrambi i partner e nessuna forma di coercizione, allo stesso tempo ci sono delle pratiche obiettivamente stupide ed altre veramente pericolose, come una che sta spopolando, fino a diventare una vera e propria moda, che si deve necessariamente arginare.

Lo stealthing è la nuova pratica sessuale che sta facendo impazzire il web: stealthing deriva dall’inglese e significa letteralmente ‘farlo di nascosto’, consistendo essenzialmente nella rimozione volontaria del preservativo senza che la donna lo sappia.

È una nuova moda sessuale, nata da una community online e che ora sta facendo discutere tutti.

In buona sostanza, la pratica riguarda il momento dell’amplesso non terminato, quando l’uomo decide di togliere il preservativo senza che il partner lo sappia, così che questa è sottoposta a rischi seri come una gravidanza non desiderata e trasmissione di malattie sessuali.

Uno studio della Yale Law School ha scoperto che lo stealthing si ripete sempre più spesso. Alexandra Brodsky ha analizzato il fenomeno per il Columbia Journal of Gender and Law, ha intervistato le vittime e ha scoperto che esiste una comunità sessuale online di uomini che difendono il loro «diritto» a «diffondere il proprio seme».

Brodsky ha raccontato ad HuffPost che intendeva analizzare questo inquietante fenomeno già nel 2013, dopo essersi resa conto di quante amiche erano state violentate in questo modo. Ha spiegato che quelle donne: “Stavano lottando contro forme di maltrattamenti sessuali che non erano state riconosciute come violenza basata sul genere, ma che sembravano radicarsi nella stessa misoginia, nella stanza mancanza di rispetto”.

Secondo la studiosa potrebbe essere utile una legge che proibisca espressamente lo stealthing. Anche se le tutele legali non mancano, infatti, la legge eliminerebbe alcuni ostacoli che le vittime di violenza di genere affrontano nei tribunali.

Mancando il consenso, lo stealthing si configura già come una pratica illegale. Il Criminal Prosecution Service del Regno Unito definisce il consenso come il discrimine tra stupro e sesso consensuale, per cui scegliendo di rimuovere il preservativo senza chiedere il permesso, la difesa legale viene invalidata dato che il partner non ha avuto voce in capitolo.

L’esperta di sesso Tracey Cox ha inoltre spiegato ad HuffPost UK che non si è ancora imbattuta nel fenomeno durante il suo lavoro, specificando che potrebbe essere solo agli inizi e ancora poco diffuso, ma dice: “Il fatto che gli uomini facciano una cosa simile per esercitare la propria supremazia la rende ancora più nauseante. Mi piacerebbe pensare che si tratti di un gruppo ristretto di soggetti disturbati anziché di un trend che si sta diffondendo nel Regno Unito. È certo che l’adolescente/uomo medio inglese sia più intelligente e più evoluto di questi cavernicoli?”.

Next Post

Il miglior fisioterapista è un robot tutto italiano

Ancora una volta, in ambito medico, l’Italia si conferma un’eccellenza con pochi pari al mondo, riuscendo a dare vita a prototipi ed invenzioni capaci di rivoluzionare interi settori della sanità. Grazie all’ingegno e alla ricerca italiana il mondo può dare il benvenuto a Hunova, il robot riabilitativo che consente a […]