Tasse e mutui bloccati per fronteggiare l’emergenza Coronavirus
Tasse e mutui bloccati per fronteggiare emergenza Coronavirus

Almeno fino al prossimo 3 aprile dovremo restare a casa, senza se e senza ma: certo molti vanno ancora a lavoro, ma tantissime attività hanno chiuso i battenti e nelle prossime settimane non potranno contare su alcuna entrata.

Ecco perché mai come in questo momento l’aiuto più importante deve necessariamente venire dallo stato, che appunto sta per varare un decreto per fermare tutte le principali scadenze fiscali.

Il decreto verrà votato e approvato nel corso della giornata ma il contenuto è ben chiaro: in primis la Cassa integrazione in deroga “per l’intero territorio nazionale, per tutti i settori produttivi”, ma anche uno stop ai pagamenti di bollette di luce, gas, rifiuti, canone Rai e rate dei mutui.

Tasse, mutui e coronavirus.

Intanto l’Abi ha ufficializzato che le micro, piccole e medie imprese di tutta Italia danneggiate dall’emergenza coronavirus possono chiedere la moratoria – sospensione o allungamento – dei finanziamenti ricevuti dalle banche. La sospensione del pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti può essere chiesta fino a un anno.

Per le operazioni di allungamento dei mutui, il periodo massimo di estensione della scadenza del finanziamento può arrivare fino al 100% della durata residua dell’ammortamento. Per il credito a breve termine e il credito agrario di conduzione il periodo massimo di allungamento delle scadenze è pari rispettivamente a 270 giorni e a 120 giorni

Loading...
Potrebbero interessarti

Fca, Marchionne non molla la presa con General Motors

Non è certo un segreto per nessuno che Sergio Marchionne, amministratore delegato…

Regali, ecco quali sono i più richiesti

Ormai mancano una manciata di ore al Natale eppure i ritardatari non…