Terrapiattisti messi in quarantena mentre cercavano il confine del mondo

Redazione

Nel tentativo di dimostrare che in realtà la Terra è piatta, una coppia di terrapiattisti ha cercato di lasciare la loro casa durante il blocco del coronavirus , ma si sono ritrovati in quarantena.

La coppia, che non è stata nominata per motivi di privacy, ha cercato di trovare la “il confine del mondo” in un momento in cui erano in atto le misure anti covid-19.

L’uomo e la donna, entrambi veneziani, hanno cercato di salpare per Lampedusa.

Erano partiti nella speranza di dimostrare che esiste un confine del mondo, confermando quindi che il pianeta Terra è piatto e non rotondo, nonostante tutte le prove scientifiche legittime.

Non sono riusciti a raggiungere la loro destinazione ma sono arrivati semplicemente fino a Ustica.

Salvatore Zichichi, un medico dell’ufficio sanitario marittimo del Ministero della Salute, ha aiutato i due dopo che si erano persi. Ha sottolineato che stavano usando una bussola per aiutarsi a navigare.

I terrapiattisti sono stati riportati per due volte in quarantena.

Parlando al quotidiano italiano La Stampa, ha detto: “La cosa buffa è che si orientano con la bussola, uno strumento che funziona sulla base del magnetismo terrestre, principio che loro, come terrapiattisti, dovrebbero rifiutare“.

Metro riferisce che la coppia è stata portata in quarantena in Italia ma ha cercato di scappare e tornare sulla loro barca. Non sono stati abbastanza veloci però perché i funzionari li hanno fermati nuovamente e riportati in quarantena.

Next Post

Morde le parti basse del marito, perchè stufa di un topo in camera

La moglie ha morso il pene del marito dopo che si è rifiutato di cacciare via un topo dalla camera da letto. Abraham Musonda, 52 anni, è stato aggredito dalla moglie di 40 anni quando si è rifiutato di cacciare via un topo che ha trovato vicino al suo letto […]
Morde le parti basse del marito stufa di un topo in camera