Tg5 gaffe della giornalista viene licenziato il collaboratore

Redazione

L’incredibile episodio avvenuto al Tg5 Mediaset e finito in rete in queste ore, una gaffe che poi si è conclusa con un licenziamento.

Ma andando per ordine tutto risale ad un collegamento con Luigi Bignami collaboratore e giornalista scientifico, al momento del collegamento la giornalista, Cristina Bianchino, commettendo una piccola gaffe lo aveva presentato come Giovanni Bignami, un fisico italiano morto pochi mesi fa.

tg5 luigi bignamiNaturalmente il collaboratore, Luigi Bignami, ha voluto correggere la giornalista ma il direttore del Tg5, Clemente Mimun non ha apprezzato quella correzione e ha pensato bene di tagliare la collaborazione con il giornalista scientifico.

Bignami ha espresso tutto il suo dissapore sui social attraverso il profilo Facebook con un lungo e meditato messaggio:

Un ciao a tutti. Da oggi non vedrete più servizi di Luigi Bignami sul telegiornale di Canale 5 (anche se ne facevo pochi), perché dopo quello che è successo al mio ultimo invito (mi sono permesso di correggere una giornalista che mi ha presentato per un astronomo morto da 3 mesi) sono stato estromesso dai collaboratori dal Direttore Dr Clemente Mimun, perché mi ha scritto: “Ha reagito in modo eccessivo ad un errore della nostra conduttrice, non ho apprezzato neanche un po’ …” Non so cosa significa che “ho reagito in modo eccessivo…”, ho cercato di farmelo spiegare, ma il Direttore dice che la frase è chiara. Noi freelance, liberi da ogni legame di ogni tipo, non siamo in alcun modo tutelati. Vale la parola o l’idea di una persona super-tutelata e tu sei schiacciato, infangato. Non importa se questo significa decurtazione dai tuoi già miseri stipendi se l’idea di chi ti dà la ciotola per mangiare è di un certo tipo neppure si degna di chiamarti e trovare una spiegazione. No! Nonostante abbia perso ore per loro, rimettendoci anche soldi. Questo è quanto!”.

Successivamente è stato lo stesso giornalista a confermare la sua amarezza quando si è visto recapitare il tapiro d’oro di Striscia la Notizia, dall’inviato Valerio Staffelli, sottolineando ancora una volta come un errore del genere sarebbe dovuto ricadere, eventualmente, sul giornalista e non su chi è stato oggetto dell’errore.

Next Post

Apple, ridotta la precisione di Face ID: tutto falso

Secondo alcune affermazioni dell’importante fonte di Bloomberg, pare che Apple abbia ridotto i requisiti dai fornitori sul livello di precisione della tecnologia Face ID. L’azienda di Cupertino però a poche ore dalla notizia che ha cominciato a fare il giro del web, ha rilasciato una dichiarazione che afferma che tale rapporto pubblicato […]
apple ridotta precisione face id falso