Tibet: Antico testo sacro descriveva il coronavirus
Antico testo sacro descriveva il coronavirus

Un testo di 2500 anni fa trovato in Tibet descrive la malattia polmonare e il suo agente eziologico. Gli esperti che hanno analizzato il testo hanno notato che la descrizione ricorda molto l’attuale epidemia di coronavirus.

Il testo chiamato “Gyud-ji” parla di un virus rotondo con estensioni smussate. Già 2,5 millenni fa, i medici tibetani sapevano cosa causava enormi infezioni. Sono persino riusciti in qualche modo a vedere il virus.

L’epidemia del manoscritto è chiamata Nien-rim. Solo di recente gli scienziati hanno notato che assomiglia molto a un’infezione da coronavirus. Il testo inizia con la descrizione di come le persone nell’era del Kali-yuga divennero mercantili e avide.

Tutti i valori umani sembravano essere stati nascosti in uno scrigno, è iniziata una lotta per le religioni e per le risorse. Questo comportamento fa sì che le potenze superiori inviino epidemie sulla terra, diffondendosi attraverso la respirazione.

Antico testo sacro descriveva il coronavirus

Le vittime di Nien Rim avevano problemi polmonari, mancanza di respiro, tosse, febbre, dolore addominale e un’eruzione cutanea. L’acne scura apparve sulla pelle e, a seguito dell’effetto negativo sull’intestino, iniziò la diarrea sanguinolenta.

Il testo descrive il virus stesso in modo sorprendentemente accurato, che è rotondo e con estensioni smussate. Il virus può essere esaminato solo al microscopio, ma 2500 anni fa praticamente non poteva esistere.

L’agente patogeno, secondo il testo, è entrato nel corpo attraverso il naso, le orecchie, la bocca, gli occhi. Molto spesso, la penetrazione avveniva attraverso il naso e la bocca, quindi le persone indossavano maschere.

Il virus si è diffuso in tutto il corpo molto rapidamente: sono stati colpiti il ​​tessuto muscolare, i canali sanguigni, le ossa e gli organi vitali. Il trattamento è stato effettuato con decotti alle erbe, pillole, paste e birra medicinale.

Loading...
Potrebbero interessarti

Incredibile: La ragazza armena che piange lacrime di cristallo

Satenik Ghazaryan, una ragazza armena di 22 anni, è stata trovata con…

Scienziati creano un dispositivo per comandare i nostri sogni

Un gruppo di scienziati del MIT sta sviluppando un dispositivo per hackerare…