Toni Servillo: ramanzina allo spettatore maleducato

Se è vero che lo spettatore, dopo aver pagato il biglietto d’ingresso, ha diritto ad assistere ad uno spettacolo degno delle sue aspettative, al contempo anche gli attori, dopo lunghi mesi di preparazione per uno spettacolo che spesso dura meno di due ore, hanno diritto a un pubblico “all’altezza”, che sappia quantomeno rispettare tutto il lavoro e la dedizione che sono stati spesi prima di salire sul palco.

E probabilmente è proprio questo che ha spinto Toni Servillo ad interrompere, momentaneamente, il suo spettacolo, per bacchettare uno spettatore che non si mostrava affatto rispettoso.

L’attore, a teatro con “Elvira”, si è avvicinato a uno spettatore  a 15 minuti dall’inizio della rappresentazione rimproverandolo per l’uso del telefonino.

A raccontarlo al Corriere è uno degli spettatori in sala, Gennaro Maria Cedrangolo, anche lui impegnato nel settore, dato che è il referente dell’associazione culturale 400ml.

“Abbiamo finito con questo cellulare? Qui ci sono persone vere, non è la televisione. Ricominciamo da quando Elvira entra correndo, grazie”, avrebbe detto Servillo.

“La reazione di Servillo è stata educata e dopo la sgridata è scattato un mega applauso liberatorio e di consenso da parte del pubblico” ha commentato lo spettatore che ha assistito alla scena.

“I cafoni che durante gli spettacoli teatrali e cinematografici stanno tutto il tempo al cellulare a parlare o messaggiare sono diventati insopportabili. Ha fatto bene Servillo a sgridare questo scostumato in pubblico” hanno dichiarato invece il conduttore del programma radiofonico La Radiazza, Gianni Simioli e il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

Loading...
Potrebbero interessarti

Liam Gallagher e Roger Daltrey insieme il 12 giugno sul canale Tfi Friday

“Liam ha un bel po’ di tempo libero da quando si sono…

Laurie Anderson rende omaggio al marito scomparso con la pellicola “Heart of a Dog”

Ha avuto inizio lo scorso 2 settembre e si concluderà il prossimo…