Whitney Houston, una relazione lesbo la spinse verso la droga?

Nemmeno la morte è capace di fermare i pettegolezzi, anzi, più le star sono famose e più dopo la loro dipartita si sprecano indiscrezioni e gossip, che tra l’altro non si può verificare quanto veritieri siano.

Stavolta al centro del gossip c’è di nuovo la compianta Whitney Houston: la famosa cantante di ‘I will always love you’, morta l’11 febbraio 2012 per una overdose di Xanax, Benadryl, cocaina e marijuana, avrebbe avuto una relazione segreta con la sua amica e assistente Robyn Crawford .

“Whitney Houston avrebbe potuto fare una fine diversa se avesse reso nota la sua relazione lesbo”: queste le parole del marito Bobby Brown, che ha svelato i segreti più intimi della moglie alla rivista americana US Weekly.

Il matrimonio stesso, festeggiato in pompa magna, sarebbe stato celebrato per coprire la relazione tra le due donne. La loro storia è stata raccontata in una biografia, uscita l’anno scorso “Whitney & Bobbi Kristina, il prezzo mortale della fama”.

Secondo Bobby, Whitney non ha mai confermato di avere rapporti con le donne per rispetto verso i genitori, i quali non avrebbero mai accettato la sua bisessualità. I famigliari sapevano e hanno cercato di insabbiare tutto pagando i media. Il rifiuto dei suoi genitori ha fatto soffrire moltissimo Whitney Houston che ha soffocato i suoi dispiaceri nella droga e negli psicofarmaci.

Loading...
Potrebbero interessarti

Fedez replica agli attacchi dei giornali

Se è vero che non è un bel periodo, sul fronte sentimentale,…

Matilde Gioli da attrice a velina di Rischiatutto

Lui fin da subito ci ha tenuto a precisare che non ha…