Zara, le sue ranocchie ricordano simboli razzisti?

Sebbene non sia la prima volta che un colosso cada in una “svista” del genere, per la scelta di fantasie e immagini a dir poco discutibili, ha creato un vero e proprio polverone un particolare disegno che la catena di abbigliamento Zara ha aggiunto su un suo capo di abbigliamento, tanto che alla fine lo stesso capo è stato ritirato dal commercio.

Il colosso della moda low-cost ha infatti deciso di ritirare la minigonna della collezione primavera/estate 2017 perché le due rane disegnate “ricordavano il simbolo della destra suprematista americana, il Pepe the frog”.

Il decoro non era sfuggito agli occhi della giornalista Meagan Fredette che per prima aveva notato il fregio e su twitter aveva scritto: “Ma veramente Zara ha deciso di vendere una minigonna con l’immagine di Pepe the frog?”.

“La gonna appartiene ad una collezione limitata creata in collaborazione con alcuni artisti. Il progettista della gonna si chiama Mario Santiago, conosciuto con il soprannome di Yimeisgreat. Non c’è assolutamente alcun legame con il tema contestato”, ha precisato in una nota uno dei portavoce della catena di negozi.

Ma in ogni caso, dopo il polverone inevitabile che si è scatenato sui social e non solo, il capo è stato prontamente ritirato dai negozi di tutto il mondo e dagli store online.

Next Post

Ramona Amodeo, convola a giuste nozze

Nelle scorse ore vi abbiamo raccontato la triste parabola discendente di un ex tronista di Uomini e Donne, Alessio Lo Passo, che dagli studi di Maria De Filippi è finito direttamente dietro le sbarre, condannato per estorsione a un chirurgo plastico. Oggi invece vi raccontiamo la storia, molto più felice […]