2019 l’anno della seconda venuta di Cristo?

Redazione

La seconda venuta di Gesù Cristo sulla Terra sarà nel 2019, almeno secondo l’interpretazione della bibbia.

LA BIBBIA indica che la seconda venuta di Gesù Cristo avverrà l’anno prossimo, lo avrebbe predetto un ministro della Chiesa negli Stati Uniti.

Ronald Weinland, che ha servito come ministro per la chiesa dell’Ohio, la Chiesa di Dio ha discusso i segni presenti nella Bibbia, che il Messia tornerà sulla Terra nel giugno del prossimo anno.

In un articolo pubblicato online, l’autore, che scrisse “Profezia contro le nazioni“, ha suggerito che ciò sarebbe accaduto dopo l’inizio della Terza Guerra Mondiale, a febbraio o marzo 2019.

Affermando che la seconda venuta dipende da una guerra globale, Weinland ha scritto: “Dio ha rivelato che questo conteggio finale per il ritorno di Cristo deve essere completamente allineato con i tempi di alcuni Giorni Sacri annuali e che all’interno di tale allineamento deve esserci il compimento di segmenti di tempo molto specifici”.

Il primo conteggio per cui questo evento potrebbe aver avuto luogo è stato la Pentecoste del 2012 o la Pentecoste del 2013. Ma non è successo in quel momento“.

Il prossimo e molto più significativo ‘conteggio’ e allineamento per la venuta di Cristo è la Pentecoste, il 9 giugno 2019.

Ma Weinland ha dichiarato che anche se una guerra mondiale non dovesse iniziare all’inizio del prossimo anno, Cristo potrebbe comunque tornare ma non fino al 2020.

Spiega: “Potremmo sapere se è il momento in cui Cristo sarà di nuovo con noi, se una terza guerra mondiale scoppierà entro febbraio o marzo del 2019 al più tardi”.

Ma il signor Weidland ha detto che la ragione per cui Gesù sarebbe arrivato così presto dopo lo scoppio della guerra è in realtà per fermarla invece di far parte di uno scenario di tipo estatico.

Il mondo è proprio vicino a un’ultima guerra mondiale: una guerra nucleare che esploderà sulla Terra. È la guerra nucleare che è l’innesco per la venuta di Cristo e lo scopo del suo intervento negli affari dell’umanità per fermare quella guerra“, ha detto.

Le notizie di oggi sono molto diverse rispetto a pochi anni fa. Ora sta diventando più evidente quanto siano instabili le condizioni per una guerra mondiale“.

C’è uno stato crescente di tensione tra le nazioni dell’India, del Pakistan e della Cina. Il Medio Oriente è una zona molto calda con un potenziale molto esplosivo nelle tensioni che coinvolge molte nazioni, tra cui Stati Uniti, Israele, Arabia Saudita, Giordania, Libano, Iran, Siria, Turchia, Russia, gran parte dell’Europa e altro ancora“.

Ma il signor Weinland è una figura controversa che ha già predetto l’Apocalisse, pare che in precedenza abbia dichiarato che il mondo sarebbe finito il 30 settembre 2008, aggiungendo che aveva elaborato questa data usando gli indizi all’interno della Bibbia.

Next Post

New York, panico per il cielo colorato di blu

Senza dubbio suggestivo, un po’ inquietante certo, ma assolutamente inusuale: due notti fa il cielo di New York, all’improvviso, si è colorato di blu. I soliti complottisti hanno subito urlato all’arrivo degli alieni, facendo ricorso alla loro fervida fantasia, ma c’era una spiegazione ben diversa, che gli esperti hanno dovuto […]