5G rischio salute confermato da scienziati statunitensi

Redazione

La tecnologia 5G richiede che le antenne siano posizionate molto più vicine l’una all’altra rispetto alle tecnologie 4G e 3G esistenti, quindi il pubblico sarà esposto a radiazioni a livelli che l’umanità non ha mai incontrato in precedenza. Lo ha annunciato la Commissione del New Hampshire sulle implicazioni ambientali e sanitarie dello sviluppo tecnologico del 5G.

5G rischio salute confermato da scienziati statunitensi

La struttura necessaria per supportare il 5G posizionerà le porte dell’antenna cellulare vicino alle abitazioni e al posto di lavoro, rendendo quasi impossibile evitarlo e aumentando il rischio di un eccessivo stress ossidativo che può portare ad ansia, depressione e Alzheimer. È importante partecipare per aiutare a prevenire l’adozione del 5G contattando i legislatori locali e firmando petizioni locali, – citato dalla pubblicazione “Medicina e scienza” come uno degli autori dello studio, Joseph Mercola.

Tutti i membri della commissione hanno convenuto che il 5G rappresenta una minaccia per la vita e la salute umana. Inoltre, la tecnologia può danneggiare gli animali e persino gli insetti. 

Si noti che il gruppo di ricerca comprendeva scienziati-epidemiologi, tossicologi, fisici, ingegneri e specializzati nell’industria wireless e nell’elettromagnetismo.

Uno studio della società di consulenza internazionale Deloitte ha dimostrato che il collegamento tra lo sviluppo di reti di comunicazione di quinta generazione (5G) e l’aumento del numero di infezioni da COVID-19, in questo caso è inverosimile. 

Gli analisti hanno notato che la disinformazione sul coinvolgimento del 5G nella malattia COVID-19 nel 2020 spesso ha fuorviato le persone, il che è stato confermato da vari sondaggi.

fonte@Ordonews

Next Post

Dal 1990 i ghiacci si sciolgono più velocemente del 65 per cento

Per la prima volta, i climatologi hanno tracciato come tutte le calotte glaciali della Terra si siano ridotte negli ultimi 26 anni. Si è scoperto che durante questo periodo il tasso della loro riduzione è aumentato del 65%. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Cryosphere. “Il tasso di […]
Dal 1990 i ghiacci si sciolgono piu velocemente del 65 per cento