Addio a Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre

Si è spento sabato sera, alle 22.30, all’ospedale di Padova Giuseppe Bortolussi, 67 anni: il segretario della Cgia di Mestre era malato da tempo, ma le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi giorni.

Originario di Gruaro, dove era nato il 4 agosto 1948, Bortolussi venne assunto nell’organizzazione 35 anni fa, e da allora la sua vita è stata caratterizzata numeri, indagini e dibattiti, diventando senza dubbio uno degli opinion leader bipartisan più eminenti in Italia.

“E’ venuto a mancare un uomo, un padre e un amico di grande levatura morale, culturale e politica”, dichiara in una nota la Cgia.

“Abbiamo perso un veneto vero, se ne va un pezzo della nostra recente storia regionale”, è il commento del presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia. “Un uomo forte, determinato, scrupoloso negli approfondimenti di temi ai quali dedicava molto più che un normale interesse professionale, a difesa di quel sistema economico ed imprenditoriale che ha fatto la storia del Nordest – prosegue Zaia – Ma anche un avversario leale, una persona con la quale, pur da posizioni diverse, ho avuto modo di confrontarmi in modo corretto e costruttivo”.

“Apprendo con sconcerto la terribile notizia della scomparsa dell’amico Giuseppe Bortolussi. Uomo serio, preparato, scrupoloso, studioso e amministratore intelligente. Condoglianze, a nome mio e di tutti i deputati di Forza Italia, alla moglie e alle figlie. Vi siamo vicini in questo difficile momento”, il commento di Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia.

Next Post

Pesaro, 59 enne uccisa dall’ennesimo pirata della strada

In attesa che la legge si adegui e punisca col vigore che meritano coloro che si macchiano di omicidio stradale, mettendosi alla guida ubriachi o sotto effetto di sostanze stupefacenti, noi siamo costretti a riferire l’ennesima cronaca di una tragedia, u incidente che probabilmente poteva essere evitato. Nella mattinata di […]