Addio a Paolo Piffarerio, il celebre fumettista ci lascia a 90 anni

Ieri, 30 giugno 2015, si è tristemente spento nella città di Milano all’età di 90 anni, il celebre animatore e fumettista italiano Paolo Piffarerio. Nato a Milano il 27 agosto del 1924, Piffarerio ha iniziato la sua carriera frequentando la celebre Accademia delle belle arti di Brera, e proprio li ha conosciuto un altro grande artista ovvero il disegnatore e animatore italiano Gino Gavioli. E proprio quest’ultimo insieme al fratello Roberto, regista cinematografico italiano, e insieme a Nino Piffarerio, hanno dato vita al celebre marchio di uno studio grafico italiano ovvero “Gamma Film”, studio con il quale Paolo Piffarerio ha collaborato per un lungo periodo.

E proprio Paolo Piffarerio ha dato il suo contributo nella creazione di quelli che sono alcuni dei personaggi storici del Carosello ovvero il celebre programma televisivo italiano andato in onda dal 3 febbraio del 1957 al 1° gennaio del 1977. Inoltre, Paolo Piffarerio è divenuto particolarmente famoso per essere stato uno degli storici disegnatori di Alan Ford, albo a fumetti che racconta le avventure del “Gruppo TNT”, un gruppo, poco equilibrato, di agenti segreti.

“Cari Amici e collaboratori, questa notte ci ha lasciato Paolo Piffarerio (classe 1924) storico collaboratore del nostro settimanale. Paolo, che avrebbe festeggiato ad agosto il compleanno, soleva scherzare sul fatto che fosse coetaneo anche se più anziano di qualche mese della nostra testata e questo lo inorgogliva. Lo ricordiamo con affetto per le belle emozioni che ci ha regalato, per il carattere affabile e per lo spirito sempre positivo che ha guidato il suo lavoro e la sua vita!”. Sono state le parole espresse da Padre Stefano Gorla, direttore del Giornalino e di Super G.

Loading...
Potrebbero interessarti

Compleanno e anniversario, doppi auguri alla bella Belen

Ieri, 20 settembre 2015, è stato un giorno doppiamente importante per la…

Addio al giornalista e conduttore Luciano Rispoli

Purtroppo il mondo dello spettacolo e della televisione italiana è costretto a…