Addio a Paolo Villaggio, l’indimenticabile ragioniere Ugo Fantozzi

Le bufale sulla sua scomparsa sono state talmente tante, negli ultimi anni, che anche noi, fino alla fine, volevamo convincerci che anche questa volta la notizia sarebbe stata smentita dal diretto interessato, ed invece dopo che tutte le principali testate giornalistiche nazionali hanno riportato la notizia, abbiamo dovuto accettarlo a malincuore: un altro pezzo della televisione e del cinema italiano se n’è andato.

È morto a Roma l’attore Paolo Villaggio: aveva 84 anni e da alcuni giorni era ricoverato al Policlinico Gemelli.

Nato a Genova il 30 dicembre del 1932, dopo una fortunata carriera nel cabaret e alla televisione, dove aveva indossato i personaggi del sadico professor Kranz e del sottomesso impiegato Fracchia, ottenendo subito una grande popolarità, Villaggio entrò nel cinema dalla porta principale.

Nel 1970 fu l’alemanno infanticida in Brancaleone alle Crociate di Mario Monicelli; poi lo si vide a fianco di Vittorio Gassman in due film (Senza famiglia, nullatenenti cercano affetto e Che c’entriamo noi con la rivoluzione?) e, nel 1974, in Non toccare la donna bianca di Marco Ferreri.

La carriera comica di Villaggio è stata punteggiata di film d’autore. Dal più grande di tutti, Federico Fellini, che nel 1989 lo diresse comprimario di Roberto Benigni nella Voce della luna, all’Ermanno Olmi del Segreto del Bosco Vecchio (1993), fino a Cari fottutissimi amici (1994), di nuovo con Monicelli.

Ma è senza dubbio il ragionier Ugo Fantozzi il personaggio che l’ha consacrato al grande pubblico, emblema dell’uomo medio italiano. Villaggio ha portato Fantozzi sullo schermo in dieci pellicole: la prima è del 1975, per la regia di Luciano Salce, inclusa nel 2008 nella lista dei 100 film italiani da salvare.

Dopo aver abbandonato i panni di Fantozzi e i ruoli comici, negli ultimi anni Villaggio si era dedicato alla scrittura e al teatro.

Nel 1992, in occasione della 49ª Mostra del cinema di Venezia, aveva ricevuto il Leone d’oro alla carriera. Nell’agosto del 2000 gli era stato assegnato al Festival del cinema di Locarno il Pardo d’onore alla carriera.

Next Post

Stefano De Martino perderà il suo posto ad Amici 2018?

Per anni al centro del gossip per essere stato prima il marito e poi l’ex marito di Belen Rodriguez, Stefano De Martino ha sempre cercato di brillare di luce propria, senza mai nascondersi dietro l’ombra della ben più famosa compagna. Ballerino dalle grandi doti e da anni membro dello staff […]