Addio al grande scrittore irlandese William Trevor

Una vita intera dedicata alla sua grande passione, la scrittura, che lo ha reso un vero e proprio “eroe” nazionale, tanto che in queste ore tutta l’Irlanda piange la scomparsa di uno dei suoi autori più rappresentativi ed amati.

Lo scrittore irlandese William Trevor, gigante della letteratura in lingua inglese, autore pluripremiato di racconti e romanzi che hanno narrato l’Irlanda e i suoi cambiamenti, si è spento all’età di 88 anni, come ha comunicato il suo editore Penguin Random House.

Nato a Mitchelstown, nella contea di Cork, nel 1928, Trevor ha trascorso la sua infanzia nella provincia irlandese. Ha frequentato varie scuole irlandesi e, in seguito, il Trinity College a Dublino. Da 1950 viveva nel Devon, nel sud-ovest dell’Inghilterra. Era membro dell’Accademia Irlandese delle Lettere.

Maestro del racconto breve, William Trevor Cox (come in realtà si chiamava) è considerato uno dei nomi più importanti della letteratura inglese. In italiano gran parte della sua opera è pubblicata dall’editore Ugo Guanda, che ha in catalogo “Giochi da ragazzi”, “Marionette del destino”, “Morte d’estate”, “Notizie dall’Irlanda”, “Regole d’amore”, “Gli scapoli delle colline”, “La storia di Lucy Gault”, “Il viaggio di Felicia”, “Uomini d’Irlanda”, “L’amore, un’estate”, “Leggendo Turgenev” e “Peccati di famiglia”.

Il suo romanzo “La mia casa in Umbria” è diventato un film per la televisione del 2003, diretto da Richard Loncraine e interpretato fra gli altri da Maggie Smith, Chris Cooper e Timohty Spall.

Oltre al suo lavoro letterario, si fece conoscere al grande pubblico per una serie di collaborazioni a programmi culturali della Bbc.

Vincitore del Whitbread Prize nel 1994, è stato inserito quattro volte nella short list del Man Booker Prize per la migliore opera dell’anno in lingua inglese e da tempo era candidato al premio Nobel per Letteratura.

Next Post

Kanye West, l’assicurazione lo salva dal tour cancellato

E’ delle ultime ore la notizia dei problemi di salute legati, pare, ad un crollo nervoso dovuto alla mancanza di sonno per il rapper Kanye West. Ovviamente cono numerose le congetture su questo crollo psicologico del rapper e produttore discografico, c’è chi lega l’accaduto ai problemi con Kim Kardashian, chi […]