Alessia Marcuzzi: Mi piacciono le famiglie allargate e felici

Oggi non ha più senso parlare di famiglia tradizionale o allargata: con il numero di separazioni e divorzi in continuo aumento, sono tantissimi le coppie che scelgono di rifarsi una vita e moltissimi sono i bambini che si ritrovano nuovi fratelli e sorelle con cui arricchire la propria crescita.

E se la famiglia è felice, non conta null’altro: è questo il messaggio che secondo Alessia Marcuzzi vuole dare “Cicogne in missione” di Nicholas Stoller e Doug Sweetland, il film animato che ha già conquistato oltre 130 milioni di dollari nel mondo, in anteprima alla Festa del cinema di Roma in Alice nella città e in sala dal 20 ottobre.

«Cicogne in missione celebra la famiglia allargata e moderna, mi ci sono rivista molto: a Natale, a casa Marcuzzi siamo in quattrocento, ho conservato ottimi rapporti con i papà dei miei figli», ha spiegato la Marcuzzi, presto di nuovo in tv per la conduzione de L’Isola dei famosi.

«Il messaggio del film – prosegue la Marcuzzi che del film è doppiatrice- vorrebbe suggerire di ripensare a quanto sono belle le famiglie numerose. Il bambino del film chiede disperatamente ai genitori un fratellino ma loro non lo ascoltano. Vorrei che il film servisse anche a far pensare qualche genitore: credo che sia importante che si torni a fare bambini e che si ascoltino i bambini».

La conduttrice presta la voce alla 18enne Tulip, umana cresciuta sul Monte Cicogna tra pennuti che non consegnano più bambini ma gli acquisti per un grande sito di vendite online.

Next Post

Amanda Lear: voglio godermi la vita basta

Mentre a Domenica Live un uomo faceva irruzione in studio e Nina Moric scagliava fulmini e saette contro il suo ex marito Fabrizio Corona, a Domenica In, in modo molto più pacato, era ospite Amanda Lear, pronta a fare il suo grande annuncio. “Arriva un momento in cui si dice […]