Arriva Smarttress, il materasso anti-corna

Il materasso smart anti-corna si chiama Smarttress e arriva dalla Spagna.

A realizzare il materasso che ci affranca dai tradimenti ci ha pensato la Durmet, società spagnola leader nella domotica e negli elettrodomestici “intelligenti”.

Fra i tanti dispositivi smart che affollano la nostra ipertecnologica esistenza, il materasso anti-tradimento ci mancava.

Smarttress, il cui nome deriva da “smart” (intelligente) e “mattress” (materasso), è stato dotato di sensori di vibrazioni atti a rilevare movimenti sospetti sul letto.

Se la qual cosa si dovesse verificare, i sensori si attivano inviando un segnale di allarme sullo smartphone.

Insomma la Durmet non ha fato altro che applicare al materasso il sistema di un antifurto integrato con la domotica.

Così come il sistema di videosorveglianza avvisa in tempo reale dell’intrusione di uno sconosciuto nella vostra casa mandando una notifica sullo smartphone, Smarttress vi notifica l’intrusione di un altro/altra sul vostro talamo.

La notizia fa sorridere. La prima cosa che viene in mente è che la società spagnola con questa trovata volesse solo farsi un po’ di pubblicità.

Su YouTube qualcuno ha addirittura scritto: “È la cosa più stupida e inutile che l’umanità abbia mai prodotto”.

E non possiamo dargli torto. Chi tradisce, di solito, non porta il partner occasionale nella stanza da letto che divide con il compagno/a di sempre. Sarebbe proprio di cattivo gusto.

Almeno questo è ciò che viene naturale pensare a noi comuni mortali. Ma ci sbagliamo di grosso perché a smentirci ci pensano le prenotazioni che stanno arrivando copiose all’azienda Durmet.

Il materasso non è ancora in produzione e già la richiesta di mercato è notevole. Il materasso anti-corna, sorprendentemente, fa gola a tanti.

Chapeau, dunque, alla Durmet per la smart idea che, male che vada, alla società sta già portando grande notorietà.

Loading...
Potrebbero interessarti

Kusaji, l’asteroide scoperto in collaborazione con l’Università di Siena

L’asteroide Kusaji è stato scoperto anche con lo zampino dell’Università di Siena.…

Roma, Maker Faire: quando la tecnologia sposa il lavoro

Inaugurato all’Università “La Sapienza” di Roma il Maker Faire: alla più grande fiera…