Astronomi rivelano un sistema di stelle eclissanti

Redazione

Gli astronomi hanno scoperto il primo sistema di tre stelle binarie eclissanti. Come riportato su arxiv.org, il sistema TIC 168789840 può aiutare i ricercatori a capire come si formano tali oggetti.

Se stelle binarie vicine, orbitanti attorno a un centro di massa comune, si chiudono tra loro, vengono chiamate binarie a eclisse. Ciò è possibile nel caso in cui il piano dell’orbita delle stelle è vicino alla linea di vista dell’osservatore. Le stelle a doppia eclisse sono rare, con solo 150 di questi oggetti noti agli scienziati nel 2019. I sistemi che eclissano con un gran numero di luminari sono stati osservati ancora meno spesso: ad esempio, solo il terzo sistema, costituito da due stelle binarie eclissanti, è stato recentemente scoperto.

Astronomi rivelano un sistema di stelle eclissanti

Brian Powell del Goddard Space Flight Center della NASA ei suoi colleghi, hanno analizzato i dati del telescopio TESS. In primo luogo, gli astronomi hanno selezionato dal catalogo tutte le stelle con una magnitudine di 15 e oltre, quindi utilizzando una rete neurale hanno analizzato le loro curve di luce alla ricerca di sistemi costituiti da due o più oggetti.

Di conseguenza, sono riusciti a scoprire il primo sistema che include tre stelle binarie eclissanti – TIC 168789840 situato a una distanza di circa 1,9 mila anni luce. Due coppie, A e C, che sono costituite da binarie eclissanti che orbitano attorno a un centro di massa comune rispettivamente in 1,57 e 1,3 giorni, compiono una rivoluzione completa l’una intorno all’altra in 3,7 anni. Un’altra stella binaria eclissante, B, è costituita da stelle in orbita l’una sull’altra con un periodo di 8,2 giorni e compie una rivoluzione attorno alla coppia A e C in duemila anni.

Sebbene TIC 168789840 non sia il primo sistema a sei stelle conosciuto, è il primo sistema in cui tutte le stelle si eclissano a vicenda. Secondo gli astrofisici, A e C erano una volta una giovane stella binaria, oltre la quale passava una terza stella singola B. Ciò portò alla sua cattura gravitazionale e causò anche disturbi nel gas circostante e nella nube di polvere, a seguito della quale furono generati compagni per ciascuna delle componenti del sistema triplo.

Questa ipotesi può essere supportata dal fatto che in ogni sistema binario, la massa di una stella è prossima a 1.3 solare, e la massa della seconda stella è circa la metà.

In future osservazioni, gli astronomi sperano di scoprire se i piani orbitali intermedi ed esterni sono allineati con i piani delle tre binarie eclissanti (cioè i piani A e C e i piani AC e B). Oggetti come questi possono aiutare gli scienziati a capire come nascono e si evolvono i sistemi che includono più stelle.

L’esistenza del primo sistema di cinque stelle è stata confermata solo nel 2015: si trova nella costellazione dell’Orsa Maggiore. Inoltre, gli scienziati hanno recentemente scoperto un terzo esopianeta nel sistema stellare binario Kepler-47.

Next Post

Sonno: Evitare di russare con una pallina da tennis

Una famosa esperta del sonno, la dott.ssa Sophie Bostock, è apparsa nella famosa trasmissione sulle reti inglesi This Morning, come rivela il portale express.co.uk per condividere i suoi consigli per coloro che stanno lottando con il russare e ha detto che la chiave per una notte tranquilla potrebbe essere una […]
Sonno Evitare di russare con una pallina da tennis