California, strage per una sparatoria in un bar

Un gesto folle, di cui ancora non si capisce il senso, semmai ci fosse un senso a togliere la vita arbitrariamente a sconosciuti che hanno l’unica colpa di trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato.

Un uomo armato di pistola ha fatto irruzione aprendo il fuoco nel Borderline Bar & Grill, un bar e ristorante di Thousand Oaks: il bilancio è drammatico, con ben 13 morti, 11 avventori, un vicesceriffo di 29 anni e l’assalitore.

«Quando gli agenti sono entrati nel locale, il sospetto era già morto», ha raccontato lo sceriffo Geoff Dean, precisando di aver trovato una «scena terrificante, con sangue dappertutto».

Ad agire durante una serata per studenti, secondo le prime testimonianze, sarebbe stato un giovane con una lunga barba vestito di nero.

“Ero davanti alla porta e ho sentito questi scoppi. Forse tre o quattro. Mi sono buttato a terra. Ho guardato e ho visto la guardia colpita a terra, non so se fosse morto. L’uomo lanciava fumogeni ovunque.

Poi si è diretto alla cassa e ha continuato a sparare. Sono fuggito”, ha raccontato un testimone alla Abc. “Non ha detto nulla, ha soltanto iniziato a sparare”.

Angela Sorrentino

Laureanda, content writer professionista, in attesa di patentino giornalista pubblicista, si occupa principalmente di contenuti legati alla sanità italiana e alla tecnologia.

Potrebbero interessarti

Ufo, E.T. preferisce i laghi ghiacciati?

Pare che E.T. preferisca sostare con il suo Ufo in fondo ai…

Tsipras a Renzi: insieme per combattere in Europa

“Dobbiamo combattere insieme per cambiare gli equilibri in Europa”, questo il messaggio…

Il marito vuole un maschio, lei abortisce 18 volte

Succede in Vietnam. Una donna ha deciso di abortire per ben 18…

In Austria per i carcerati c’è: L’autobus dell’amore

La nuova disposizione introdotta dal Ministero della Giustizia, farà piacere ai carcerati…