Campania, tasso altissimo di bambini sovrappeso e obesi

Molti studi, più o meno recenti, hanno messo in relazione l’obesità alle condizioni sociali ed ambientali in cui le persone vivono: le persone che appartengono a fasce più basse della popolazione, che magari vivono in zone disagiate, sono costrette ad essere meno attente all’alimentazione, e soprattutto alla sua qualità, andando incontro a seri problemi di peso.

Anche a fronte di questi dati, non stupisce che in Campania ci sia stata una impennata nel numero dei bambini colpiti da obesità: il 6% dei bambini della Campania tra gli 8 e i 9 anni è severamente obeso. I bambini affetti da obesità grave sono 23.059, senza dimenticare che i bimbi obesi sono 82.080 e quelli sovrappeso sono 103.841.

Questi dati sono emersi dall’indagine dei Ministeri dell’Istruzione e della Salute relativi al 2014, evidenziati nelle scorse ore nella seconda giornata di “Alfa Omega” il primo convegno nazionale sulla prevenzione in corso a Città della Scienza di Napoli.

“Un bambino obeso – spiega Silvia Savastano, professoressa di endocrinologia all’Università Federico II di Napoli – ha un’alta probabilità di diventare un adulto obeso, con tutti i connotati patologici che lo accompagneranno per tutta la vita. La Campania ha la maglia nera dell’obesita’ infantile e per invertire la rotta è necessario partire dall’informazione, che veda insieme la scuola, i genitori, le istituzioni”.

Next Post

Luca Argentero e Sara Felberbaum al cinema con "Poli opposti"

Mancano ormai sempre meno giorni al prossimo 8 ottobre 2015, giorno in cui nelle sale cinematografiche italiane verrà distribuita la pellicola del nuovo film diretto dal celebre regista italiano Max Croci ed intitolato “Poli Opposti”. La pellicola racconta di un uomo di nome Stefano Parisi interpretato dal celebre attore e […]