Cancro al seno: c’è una relazione con tinture e liscianti per capelli?

Eleonora Gitto

Cancro al seno: c’è una relazione con tinture e liscianti per capelli?

I capelli, si sa, sono uno dei simboli della bellezza. Sia al maschile sia al femminile ma, soprattutto, al femminile. Una bella chioma fa parte del corredo di avvenenza che una donna cerca normalmente di portare con sé.

E alle donne piace variare più di sovente che agli uomini. Perciò, oltre al taglio particolare per capelli, spesso intraprendono viaggi infiniti verso colori di capelli particolari, un po’ per pura vanità, un po’ per coprire qualche capello bianco in più.

Ma la gestione di questi processi di cambiamento può anche portare dei rischi.

Finché si tratta di tagliare, lasciar crescere, pettinare, acconciare in una certa maniera, va tutto bene; quando invece si tratta di mettere al contatto i capelli e il cuoio capelluto con prodotti chimici coloranti o aventi un effetto ammorbidente, pare che qualche problema ci sia.

C’è uno studio americano recente pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Carcinogenesis della Oxford University Press.

Nella pubblicazione in questione, la prestigiosa rivista non parla in termini lusinghieri di questi trattamenti per capelli.

Se finora gli studi, le ricerche e i test non avevano portato in sostanza a nulla di scientificamente rilevante, e comunque sono stati contrastanti, ora la nuova ricerca pare indicare che ci sia un legame fra le tinture e i liscianti da una parte, e il carcinoma mammario dall’altra.

Dice a proposito Stefania Gori, Direttore del Dipartimento di Oncologia al Cancer Care Center dell’ospedale Sacro Cuore di Verona: “Si tratta di uno studio condotto negli Stati Uniti, precisamente a New York e nello Stato del New Jersey, che ha incluso oltre 4.000 donne, di cui 2.280 con tumore al seno e 2.005 senza tumore”.

“Lo studio ha esplorato l’eventuale associazione tra il diverso uso di prodotti per capelli (tinture, liscianti chimici e balsami contenenti colesterolo e placenta) e il rischio di cancro alla mammella. Gli autori sostengono che, fra le donne afroamericane, l’uso di tinture scure è associato a un aumento del 51% del carcinoma mammario. Tra le donne bianche, invece, l’uso dei liscianti è associato a un aumento del rischio del 74%, e tale rischio risulta aumentato se si utilizza una combinazione di liscianti e tinture”.

“L’ipotesi avanzata è che i prodotti per capelli possano contenere sostanze cancerogene, come per esempio le ammine aromatiche che, se assorbite dall’organismo, potrebbero determinare danni al DNA e favorire lo sviluppo di tumori”

“Inoltre i prodotti per capelli potrebbero contenere fonti di estrogeni o di sostanze che interferiscono con la regolazione ormonale e un’eccessiva esposizione agli estrogeni rappresenta un fattore di rischio per il tumore al seno”.

Next Post

Top Gun, il sequel arriverà ufficialmente nei cinema tra due anni

Sarà una lunghissima attesa quella che si prospetta per gli appassionati del celeberrimo titolo che da mesi attendono impazienti l’agognato sequel, ma per lo meno ora c’è la conferma ufficiale di una data, e si può cominciare il countdown, senza escludere che in corso d’opera ci possano essere nuove e […]