Capodanno 2017 arriva in ritardo di un secondo

Eleonora Gitto

Capodanno 2017 arriverà con un secondo di ritardo, parola di IERS.

L’International Earth Rotation and Reference Systems Service (IERS), l’organo incaricato del monitoraggio di tutti i fenomeni e i dati relativi al moto di rotazione terrestre, ha fatto sapere al blasonato Focus (il giornale che ha pubblicato la notizia curiosa) che per salutare con precisione millimetrica il nuovo anno, i tappi delle bottiglie dovranno saltare a mezzanotte e 1 secondo del 31 dicembre.

Lo IERS calcola quotidianamente il rallentamento in decimi di secondo della rotazione terrestre a seguito (principalmente) della forza di attrazione gravitazione di Sole e Luna e la diversa distribuzione delle masse nel nucleo della Terra.

Quando la rotazione del nostro Pianeta, che dovrebbe essere di 86400 secondi atomici, rallenta di più 0,9 secondi, viene introdotto il cosiddetto “leap second”, ovvero uno “scatto” temporale.

Il leap second di solito è annunciato con un anticipo di circa 6 mesi, e posizionato temporalmente a fine anno o a fine giugno: quella del 31 dicembre 2016 sarà la 27ma correzione dal 30 giugno 1972.

Certo, un secondo per noi è una differenza impercettibile.

Ma secondo i calcoli dello IERS nel 2100 tale discrepanza sarà di circa 2/3 minuti, e nel 2700 addirittura di 30 minuti.

Next Post

Ivan Graziani, 20 anni senza il “Menestrello del rock”

Il primo gennaio del 1997 moriva il grande Ivan Graziani: il Menestrello del rock Bravo con la chitarra, eccezionale con le parole, Ivan Graziani ha sicuramente fatto la storia della musica italiana dalla metà degli anni 70 fino a fine anni 90. Chi nel 1976 era poco più di adolescente […]
Ivan Graziani, 20 anni senza il “Menestrello del rock”