Caserta, la Reggia restituita al suo antico splendore
Caserta, la Reggia restituita al suo antico splendore

La Reggia di Caserta è stata restituita al suo antico splendore.

Ci sono voluti due anni e mezzo, nemmeno tanto a dire il vero. 15 milioni di fondi europei hanno consentito il restauro della facciata di uno degli edifici più famosi d’Italia e non solo.

Nell’estate del 2014 prese il via il radicale programma di restauri. Il progetto fu firmato dall’allora soprintendente Raffaella David, e il responsabile unico del procedimento è Anna Capuano, mentre la direttrice dei lavori Flavia Belardelli.

Tre donne in posizioni di comando, in posizioni apicali. Tre esperte che evidentemente, visti i risultati, hanno fatto un lavoro egregio.

Insieme a tutto il resto del team, ovviamente. E così quasi 250 metri lineari di facciata, sia quella che affaccia sulla piazza d’Armi, sia quella interna che dà sui giardini, possono essere goduti interamente nel loro primigenio fulgore.

L’attuale direttore Mauro Felicori, evidentemente soddisfatto, spiega: “Sono arrivato a Caserta quando c’erano i ponteggi, ora li togliamo. Spesso i restauri tolgono l’aura del tempo, questa volta il lavoro fatto è eccellente, le facciate risplendono ma è pienamente leggibile la storia del palazzo, costruito 250 anni fa come casa del Re”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gino strada, la sua riflessione sul terrorismo islamico

L’ultima puntata di Ballarò, ricordiamo in assoluto e non solo di questa…

Messina, tragedia al Porto: tre operai morti

Grave incidente sul lavoro al Porto di Messina: tre operai morti. L’incidente…