Christian De Sica: io figlio di papà? Vittorio non ci lasciò nulla

Oggi è un attore affermato, ha una solida posizione economica e può essere fiero della sua famiglia, dei suoi avi e di quello che è riuscito a costruire da solo, ma anche nella vita di Christian De Sica non sono mancati i momenti bui, nonostante fosse figlio del grande ed Vittorio.

Vittorio De Sica fu senza dubbio un grandissimo regista e attore, ma a quanto pare anche grande giocatore, e così quando morì nel 1974 lasciò la famiglia in una disastrosa situazione economica a causa dei debiti.

Quando è morto mio padre avevo 23 anni e non c’avevamo ‘na lira – ha rivelato Christian in un’intervista a Libero – Non ci ha lasciato in una situazione economica felice, piano piano ho ricostruito tutto. Ho sempre avuto l’etichetta del figlio di papà e me la porterò nella tomba. Adesso ne ho anche un’altra, quella del papà di Brando“.

Al giornale ha raccontato anche l’incredibile rapporto che ha con la moglie: “Io senza mia moglie Silvia non sarei quello che sono: una donna innamorata ti dà il coraggio di fare cose impensabili. Il nostro segreto? Essere cresciuti insieme, ci siamo innamorati quando lei aveva 14 anni e io 21. Frequentavo casa Verdone perché ero compagno di banco di Carlo. Ho fatto a botte con lui prima di fidanzarmi perché diceva che Silvia (sorella di Carlo) era una ragazzina e la dovevo lascia stà“, ha detto alla giornalista Antonella Luppoli.

Naturalmente è orgogliosissimo anche dei suoi figli”Maria Rosa è bravissima con la sua Mariù de Sica. Brando sta facendo dei sopralluoghi per Mimì e il principe delle tenebre, scritto con Ugo Chiti e prodotto dalla Pago (casa di produzione dell’ultimo film di Tornatore). E’ un noir ambientato a Napoli. Poi, ho un nipote, Andrea, che è al Festival del Cinema di Torino come unico italiano in gara. A casa nostra è come nelle cioccolaterie: qui si fa cinema dal 1901″.

Next Post

Daniel Trachtenberg vuole girare un film su Houdini

Le trattative sono ancora nel pieno del loro svolgimento, quindi ben poco si sa di certo, ma già di per sé il fatto che sia stata presa l’iniziativa di proporre l’idea lascia ben sperare ai tantissimi fans del celebre illusionista. Secondo quanto riportato da Deadline, Daniel Trachtenberg, regista di 10 Cloverfield Lane, […]