Cilento, ecco il segreto per vivere 100 anni in salute

Da sempre si cerca l’elisir di lunga vita, o almeno tecniche e segreti per vivere il più a lungo possibile, magari stando bene di salute.

In primis, la lunga vita è merito della genetica, certo, ma anche l’alimentazione e uno stile di vita sano fanno tantissimo, come hanno dimostrato studi recenti.  È importante aumentare il consumo di frutta, verdura, cereali integrali, carni magre e alimenti ricchi di antiossidanti. Bisogna inoltre evitare il consumo eccessivo di calorie e di zuccheri, di farine e di altri prodotti raffinati.

L’esercizio fisico inoltre è importantissimo per una vita più lunga poiché ci dona benessere fisico ed emotivo. Non c’è bisogno di passare molte ore in palestra per ottenere dei benefici. Secondo gli esperti, basta un programma giornaliero di 30 minuti per allungare la vita di almeno 3 anni.

Per avere una vita più lunga è molto importante anche mantenere attiva la memoria, il che ci permetterà di vivere più anni in salute. Basta esercitare la memoria tramite attività intellettuali o passatempi per stimolare la curiosità e l’attività mentale.

Ma ci sarebbe anche un altro fattore, finora rimasto inesplorato: il carattere.

Cilento, ecco il segreto per vivere 100 anni in salute

Cilento ecco il segreto per vivere 100 anni in salute

Si è potuto arrivare a questa conclusione grazie ai ‘super anziani’ del Cilento, che sono dotati di un profilo psicologico vincente che è stato descritto sulla rivista International Psychogeriatrics dai ricercatori dell’università Sapienza di Roma in collaborazione con l’Università della California a San Diego.

Lo studio ha preso in esame 29 grandi anziani, di età compresa tra 90 e 101 anni, residenti in 9 comuni del Cilento e arruolati nello studio Ciao (Cilento on Aging Outcomes Study). Ciascuno di loro è stato intervistato per avere un quadro dettagliato delle sue condizioni psico-fisiche e soprattutto per conoscere il suo mondo interiore, fatto di ricordi, religiosità ed esperienze personali come quelle della migrazione.

Per approfondire al meglio, il tutto è stato corredato di dettagli utili come foto, ricordi e immagini. Inoltre, sono stati coinvolti familiari più giovani per conoscere le impressioni riguardanti la personalità e il carattere dei loro parenti più anziani.

È emerso che la ricetta della giovinezza non comprende né cibo, né rimedi alternativi ma un comportamento ottimale. Via libera, quindi, all’ottimismo, alla spiritualità, all’amore per la propria famiglia e la propria terra. Il tutto condito con un po’ di etica e un po’ di sana testa dura.

In pratica,  i nonni del Cilento hanno un benessere mentale superiore a quello dei figli di età compresa fra i 51 e i 75 anni. “Ciò che accomuna questi anziani è l’amore per la loro terra, in cui trovano un motivo per continuare a vivere“, spiega la prima autrice dello studio, Anna Scelzo, dell’Asl 4 Chiavarese. “Molti continuano a lavorare a casa o nei campi, e pensano ‘questa è la mia vita, non voglio arrendermi‘”.

Abbiamo scoperto che tendono ad essere dominanti, testardi, e hanno bisogno di avere un senso di controllo“, conclude Scelzo. “Questa tendenza a controllare l’ambiente evidenzia una certa determinazione che è bilanciata dalla necessità di adattarsi ai cambiamenti“.

Potrebbero interessarti

Neuroni, c’è un gene che ne favorisce la nascita e crescita

Come ci hanno già insegnato fin dalla scuola, il neurone è l’unità cellulare che costituisce il tessuto…

Peperoni, cosa significano i diversi colori?

La maggior parte di noi, spesso più per “dovere” che per piacere,…