Curare bimbi down col Prozac, parte sperimentazione

Finora è stato considerato solamente un farmaco utile per la cura delle malattie del sistema nervoso, e se invece potesse apportare dei benefici anche ai bambini affetti da Sindrome di Down?

E’ possibile infatti che il Prozac, uno degli antidepressivi più famosi, possa avere un effetto positivo sulla sindrome di Down. Il primo test del farmaco in questo ambito, riferisce la rivista del Mit Technology Review, prenderà il via questo mese all’University of Texas Southwestern Medical Center in Dallas, ma anche in Italia si proverà a percorrere questa strada, anche se in condizioni differenti. Si parte con una fase sperimentale che avrà luogo a Napoli.

Attualmente, afferma la rivista, si stima che negli Usa 200 bambini con la trisomia stiano ricevendo il Prozac, anche se non c’è ancora stato nessun test sull’uomo che ne confermi le proprietà. A suggerire che il farmaco potrebbe avere un effetto è stato uno studio italiano su topi da laboratorio pubblicato nel 2014 dalla rivista Brain, che ha dato buoni risultati.

“Non è detto che nell’uomo l’effetto sia lo stesso, e fino alla dimostrazione non si possono illudere le famiglie”, sottolinea però Renata Bartesaghi, del Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’università di Bologna, che ha firmato lo studio, “Stiamo per iniziare a Napoli un test su bambini tra i 5 e i 10 anni, che riceveranno la dose di Prozac permessa a questa età, e speriamo di avere delle prime indicazioni”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Gb, uno studio rivela: i gatti non soffrono se lasciati soli

Una notizia che, se letta con superficialità, può far storcere il naso…

Lidl, ritirate dal commercio le penne rigate contaminate

Con l’obbligo di segnalare, sull’etichetta di ogni prodotto, tutti gli ingredienti e…