Disordine alimentare tra gli anziani, 1 su 3 si alimenta con cibi scaduti

Tante volte ci sentiamo dire che per il bene della nostra salute è importante mantenere uno stile di vita equilibrato in cui molto importante è anche, o forse soprattutto la corretta alimentazione. L’università Cattolica di Roma ha effettuato un particolare studio prendendo in esame 200 anziani la cui età media era compresa tra i 74 anni e il risultato ottenuto è piuttosto preoccupante in quante su 200 anziani solamente il 15,4% di questi si preoccupano di rivolgersi al proprio medico per ottenere dei consigli sull’alimentazione giusta per loro mentre invece l restante parte non sembra preoccuparsene.

Sulla questione è intervenuto Francesco Landi del Dipartimento di Geriatria, Neuroscienze e Ortopedia del Policlinico A. Gemelli, il quale ha nello specifico dichiarato “Invecchiando si verifica una perdita di massa e forza muscolari, condizione nota come sarcopenia e associata a un rischio maggiore di eventi avversi (disabilità, riduzione della qualità della vita, perdita dell’autosufficienza, ricovero in lungo degenze o Rsa, mortalità). Allo stesso modo, la mancanza di specifici nutrienti (malnutrizione selettiva) è stata identificata come una possibile causa di deterioramento cognitivo e di demenza”.

Dallo studio effettuato dall’Università Cattolica di Roma è emerso anche un altro fattore allarmante e cioè che 1 anziano su 3 si alimenta anche di cibi scaduti.

 

Loading...
Potrebbero interessarti

Nadia Toffa la sua vittoria contro il cancro

Lo ha rivelato proprio durante una puntata de “Le Iene”, la conduttrice…

Sindrome di Tourette: quando i tic condizionano la vita

Ognuno di noi può soffrire, nel corso della vita, di uno o…