Emma Marrone e Alessandra Amoroso, lottare per ottenere diritti per le coppie LGBT

In Italia il tema dominante in queste ultime settimane, ed era anche ora vista l’urgenza di produrre una legislazione adatta al mutamento dei tempi, è quella dei matrimoni e delle unioni omosessuali e del riconoscimento delle adozioni per queste nuove tipologie di famiglie.

Molti personaggi pubblici hanno scelto di schierarsi apertamente, a favore o contro, e tanti hanno deciso anche di scendere in piazza durante le manifestazioni che si susseguono numerose: all’ultima, quella che si è tenuta domenica a Roma, hanno partecipato anche, tra i tanti, Emma Marrone e Paola Turci.

«Vogliamo matrimonio e adozioni», è il mantra ripetuto da chi si è ritrovato in piazza del Popolo. Una manifestazione non affollatissima ma con le idee ben chiare su cosa rivendicare.

«Vorrei che ogni giorno fosse un 5 marzo. Sono qui perché voglio battermi per i diritti di questi bambini», urla Emma al palco. E aggiunge: «Esistono solo bambini che nascono con l’amore. Non esistono figli di eterosessuali o di gay, ma solo di persone che si amano».

Anche se non è potuta essere presente fisicamente Alessandra Amoroso ha comunque voluto contribuire alla giornata con un videomessaggio: “Mi dispiace non essere lì con voi per impegni personali ma volevo comunque dire la mia e partecipare a quella festa in cui l’unica cosa di cui si può parlare è l’amore, che prescinde da polemica, politica e giudizio. Chi giudica evidentemente non ha mai provato questo sentimento. Ancora nel 2016 pensiamo che due persone dello stesso sesso non possano avere una famiglia? Per me è una follia, l’amore è un diritto che deve essere uguali per tutti”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Capodanno disastroso e in anticipo quello di Rai Uno da Matera

Il capodanno di Rai Uno, tramesso in diretta da Matera, certamente è…

Gigi D’Alessio non digerisce l’eliminazione a Sanremo

Se, nelle ore successive alla sua esclusione avvenuta nella serata della semifinale,…