Equitalia, 3,4 miliardi incassati solo nei primi 5 mesi 2015

Dopo il 2014 che ha rappresentato un anno significativo per il Fisco, per quanto riguarda la lotta all’evasione, anche i  primi 5 mesi di questo 2015 portano con sé risultati notevoli.

“Nei primi cinque mesi del 2015 sono stati riscossi oltre 3,4 miliardi di euro di debiti verso il fisco, con un incremento del 8,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno che, peraltro, aveva beneficiato di circa 700 milioni di incassi derivanti dalla definizione agevolata delle cartelle”, si legge in una nota diffusa da Equitalia.

Va anche sottolineato che il dato dello scorso anno era anche maggiorato di 700 milioni derivanti dalla definizione agevolata delle cartelle e che quest’anno la riscossione ha riguardato soprattutto i debiti più alti (importi superiori ai 50 mila euro).

Sempre Equitalia comunica che a due mesi dalla scadenza per aderire alla rateizzazione-bis dei «debiti» pregressi con il Fisco sono state presentate 48.485 domande e già concesse 47.049 (97%) per un importo dilazionato di oltre 1,2 miliardi: si tratta della nuova chance a disposizione dei contribuenti dallo scorso mese di marzo dedicate a chi (imprese e cittadini in difficoltà economiche) ha perso il diritto a richiedere una dilazione delle cartelle il 31 dicembre 2014.

Secondo quanto stabilito dal decreto milleproroghe i contribuenti possono richiedere fino a un massimo di 72 rate (6 anni) presentando la domanda entro il prossimo 31 luglio. I moduli sono disponibili nella sezione Modulistica – Rateazione, del sito www.gruppoequitalia.it.

Loading...
Potrebbero interessarti

Investire, questione di sicurezza e trasparenza

Quale situazione fronteggia quotidianamente un italiano che ha intenzione di investire i…

Carburanti, per fortuna si registrano lievi cali

I dati diffusi lasciano a bocca aperta: nei primi 9 mesi dell’anno…