Eric Clapton, non riesco a suonare la chitarra per la schiena

Quando si tratta dei più grandi interpreti della scena musicale, di vere e proprie leggende viventi, non ci si arrende facilmente all’idea che non potranno deliziarci per sempre coi propri live, che non potremo continuare a sentirci giovani riascoltando dal vivo quegli stessi interpreti che veneravamo già da ragazzini.

E anche loro stessi non si arrendono facilmente al tempo che passa e ai segni e cicatrici che inevitabilmente lascia, come si evince chiaramente dal grido di dolore e impotenza che Eric Clapton ha lanciato ai suoi fans.

“I miei forti mal di schiena si sono trasformati in una neuropatia periferica, per me suonare la chitarra è molto difficile”, ha detto a Classic Rock prima che la sua confessione facesse il giro del mondo più velocemente di uno dei suoi assoli.

La neuropatia periferica, malattia degenerativa del sistema nervoso che lo ha colpito nel 2013, gli rende sempre più difficile muoversi e suonare.

Nel 2015 la rivista Rolling Stone lo ha inserito in seconda posizione nella sua classifica dei 100 migliori chitarristi di tutti i tempi, dietro solo a Jimi Hendrix, è considerato uno dei migliori chitarristi rock di sempre, eppure dovremo arrenderci all’idea che presto non potremo più ascoltarlo live.

Già nel 2014, in un’intervista alla rivista Uncut, Clapton aveva detto che stava «prendendo in considerazione il ritiro» e che i tour erano diventati per lui «insostenibili», ha raccontato Rolling Stone.

Next Post

Nancy Brilli, grande spavento per un incidente domestico

Per fortuna alla fine il tutto si è concluso con una lieve ferita e un grandissimo spavento, anche se il tutto poteva avere effetti ben più gravi per la brava attrice che è stata coinvolta in un incidente domestico. Approfittando di una pausa dal set, Nancy Brilli è tornata a […]