Fari italiani si possono affittare: è boom di richieste

Redazione

Per la prima volta in Italia è stato pubblicato un bando per offrire in affitto undici affascinanti fari (di proprietà dello Stato) della nostra penisola;

l’affittuario firmerà un contratto di validità di cinquant’anni, e c’è stato già un boom di richieste, alcune provenienti anche dall’estero:

più nello specifico, ce ne sono state tre per il Faro di Brucoli ad Augusta (SR), 6 per il Faro di Murro di Porco a Siracusa (SR), 4 per il Faro di Capo Grosso nell’Isola di Levanzo – Favignana (TP) e 3 per il Faro di Punta Cavazzi ad Ustica (PA); per quanto riguarda la Campania, ci sono state 7 offerte per il Faro di Capo d’Orso a Maiori (SA) e 6 per il Faro di Punta Imperatore a Forio d’Ischia (NA); inoltre sono state ricevute tre richieste per il Faro di San Domino alle Isole Tremiti (FG), 2 per il Faro Punta del Fenaio, 2 per il Faro di Capel Rosso sull’Isola del Giglio (GR) e 3 per il Faro Formiche di Grosseto, in Toscana.

Naturalmente i preziosi immobili andranno al miglior offerente: “Le proposte saranno valutate secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, data dalla proposta progettuale, valutata con punteggio pari al 60%, e dalla proposta economica, a cui può essere assegnato un punteggio massimo pari al 40%”, si legge in un comunicato.

Next Post

Sindrome da vibrazione fantasma, ne siamo affetti quasi tutti

I nostri migliori amici, anche se è brutto dirlo, sono ormai diventati gli smartphone: ormai inseparabili, insostituibili, non usciamo di casa senza averli prima messi in tasca o in borsa. E a chi di noi non è mai capitato di controllarli convinti di aver sentito la vibrazione, per poi scoprire […]