Farmaci e stampa in 3D saranno il futuro per i pazienti
Farmaci e stampa in 3D saranno il futuro per i pazienti

Produrre farmaci modificati per forma e dimensione utili per ogni singolo paziente? Oggi è possibile grazie alla tecnologia della stampa 3D.

L’idea arriva dall’University College di Londra, quella di stampare i propri farmaci per avere forma e dimensioni legate esclusivamente ad ogni paziente, l’idea sperimentata è stata pubblicata sull’International Journal of Pharmaceutics.

L’esperimento dell’University College di Londra, mira anche a dimostrare come tali farmaci possano essere più efficaci di quelli standard, forma e dimensioni possono influenzare, ad esempio, il discioglimento delle pillole.

Creare ad esempio pillole personalizzate e farmaci personalizzati in generale per ogni paziente, tutto questo grazie ad una stampante 3D, ma quale sarebbe l’inchiostro utilizzato per la produzione? Semplice il paracetamolo.

Il paracetamolo è stato utilizzato per la produzione di alcune pillole, visto che proprio il paracetamolo è presente in moltissimi farmaci utilizzati come analgesici, per il dolore e per sintomi da raffreddamento, il futuro dei farmaci dunque potrebbe essere strettamente legato alla produzione di farmaci personalizzati adatti ad ogni paziente.

Potrebbero interessarti

Colpi di calore: allerta da parte del Ministero della Salute, bollino rosso in 26 città

Attenti ai colpi di calore: allerta da parte del Ministero della Salute,…

Marche, l’azoto nell’aria a livelli allarmanti

Tutta Italia, come del resto l’intero globo, si ritrova a fare i…