Farmaci e stampa in 3D saranno il futuro per i pazienti

Redazione

Produrre farmaci modificati per forma e dimensione utili per ogni singolo paziente? Oggi è possibile grazie alla tecnologia della stampa 3D.

L’idea arriva dall’University College di Londra, quella di stampare i propri farmaci per avere forma e dimensioni legate esclusivamente ad ogni paziente, l’idea sperimentata è stata pubblicata sull’International Journal of Pharmaceutics.

L’esperimento dell’University College di Londra, mira anche a dimostrare come tali farmaci possano essere più efficaci di quelli standard, forma e dimensioni possono influenzare, ad esempio, il discioglimento delle pillole.

Creare ad esempio pillole personalizzate e farmaci personalizzati in generale per ogni paziente, tutto questo grazie ad una stampante 3D, ma quale sarebbe l’inchiostro utilizzato per la produzione? Semplice il paracetamolo.

Il paracetamolo è stato utilizzato per la produzione di alcune pillole, visto che proprio il paracetamolo è presente in moltissimi farmaci utilizzati come analgesici, per il dolore e per sintomi da raffreddamento, il futuro dei farmaci dunque potrebbe essere strettamente legato alla produzione di farmaci personalizzati adatti ad ogni paziente.

Next Post

Gioco minorile al via la campagna per gli over 18

Al via la campagna di sensibilizzazione per il gioco minorile, iniziativa legata al programma del Gioco Responsabile, attivo già dal 2007 dalla Lottomatica. In campo oltre 100mila persone che negli ultimi quattro anni hanno visitati gli stand nella maggior parte delle piazze italiane, la campagna dal titolo “+18 con le […]
Gioco minorile al via la campagna per gli over 18