Ferzan Ozpetek, da oggi nelle sale Rosso Istanbul

Considerato come un film “minore”, girare questa pellicola è certamente stata una grande esperienza di vita per il suo regista, che dopo due decenni è tornato ad ambientar una sua opera in Turchia e ha scelto di raccontare i suoi cambiamenti  in “Rosso Istanbul” che proprio oggi arriva nelle sale italiane.

Tratto dal libro scritto dallo stesso Ferzan Ozpetek nel 2013, il film ha una precisa data di partenza: 13 maggio 2016. È il giorno in cui lo scrittore Orhan Sahin torna ad Istanbul dopo 20 anni di assenza volontaria. Deve aiutare il famoso regista cinematografico Deniz Soyal a scrivere un libro. Va a vivere nella sua abitazione ed entra in contatto soprattutto con Neval e Yusuf, l’uomo e la donna con cui il cineasta è più legato. Ma si ritrova intrappolato anche in un passato che non ha rimosso.

Con Rosso Istanbul, il regista ci trasporta in un viaggio intimo verso le proprie radici, un’immersione nei ricordi di gioventù che rivivono nello sguardo triste e un po’ spaesato di Orhan.

“Ci sono molte cose della mia vita, riguardanti la mia infanzia, il mio passato”, ammette Ozpetek, che non vive più in Turchia da 41 anni, “ma non è un semplice esercizio nostalgico. Volevo provare a raccontare le atmosfere di Istanbul, città sospesa che cambia velocemente, e ritrarre persone e umori che un domani magari non ci saranno più”.

Sul fronte politico “ho preferito raccontare solo le atmosfere, quello che è cambiato nelle persone. Se giri per Istanbul non avverti certo quello che senti in tv. Potevo mettere degli scontri, sarebbe stato facile, ma non potevo non raccontare le ‘madri del sabato’ (gruppo di donne che si ritrovano a piazza Galatasaray a Beyoglu Istanbul per protestare contro le tante sparizioni, ndr) e poi anche far sparire il protagonista del film, una cosa che accade spesso purtroppo ad Istanbul”.

Next Post

Giulia Calcaterra, il fidanzato torna sui suoi passi?

Nell’ultima puntata serale dell’Isola dei Famosi, Alessia Marcuzzi ha annunciato, in diretta, alla naufraga Giulia Calcaterra che il suo fidanzato, equivocando i suoi comportamenti con un altro naufrago, aveva deciso di mettere fine al loro rapporto. Giulia, a dir la verità, è apparsa ben poco scossa, tanto da far meravigliare […]