Francesco Facchinetti e i nastri arcobaleno mostrati al Festival
Francesco Facchinetti e i nastri arcobaleno mostrati al Festival

Si temeva che la prima serata del Festival di Sanremo si sarebbe trasformata in una manifestazione pro-diritti degli omosessuali: nulla di male certo, dato che solamente pochi giorni prima c’era stato il Family day a sostegno della famiglia tradizionale, ma alla fine ha prevalso lo spettacolo e la musica.

Non sono mancati però alcuni cantanti che hanno voluto mostrare la loro adesione alla lotta per il riconoscimento del diritto alle unioni civili e alle adozioni per gli omosessuali, legando dei nastri arcobaleno alle aste dei propri microfoni.

Un gesto che molti non hanno neppure notato, ma che pare abbia infastidito Francesco Facchinetti, il quale ha espresso il proprio malcontento su Twitter.

Durante la serata, il figlio del tastierista dei Pooh ha così commentato la scelta di alcuni cantanti di presentarsi con un nastro colorato in mano a favore delle Unioni civili, scrivendo: “Unica cosa che mi irrita è questo ostentare il sostenere i diritti delle coppie GAY. Non ho nulla contro la cosa ma sembra veramente forzato”. E sul social network è subito scoppiata la polemica.

Il tweet è stato successivamente rimosso e lo stesso Francesco Facchinetti ha poi spiegato che in realtà il post non sarebbe stato scritto né da lui né tantomeno da qualcuno del suo staff. Un dietrofront e una spiegazione a cui pochi hanno creduto.

A chi lo accusa di aver cancellato il post per non mettere ‘in pericolo’ la carriera risponde: “Non ho paura di quello che penso e non ho mai cancellato un tweet. Sull’argomento ho detto quello che pensavo in due live su fb”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Renato Zero tra vita privata e nuovi successi professionali

Questo è senza dubbio un periodo felice della sua vita: con oltre…

Giada De Blanck, condannato il suo stalker

Soprattutto nell’era di internet e dei social network, si corre maggiormente il…