Francia: Se hai un negozio con il condizionatore resti chiuso

Redazione

Attraverso un decreto la Francia limita il consumo di energia elettrica e ne fanno le spese i locali commerciali climatizzati.

Francia Se hai un negozio con il condizionatore resti chiuso

Il ministro francese per la transizione energetica, Agnes Panier-Runasser, ha annunciato decreti che costringeranno i negozi climatizzati a chiudere i battenti e ridurre i cartelloni pubblicitari per il risparmio energetico .

Nei prossimi giorni emetterò due decreti: il primo generalizzerà il divieto di affissioni, indipendentemente dalle dimensioni della città, tra l’01.00 e le 06.00, ad eccezione di aeroporti e stazioni ferroviarie, e il secondo vieterà ai negozi di avere le porte aperte quando l’aria condizionata e il riscaldamento funzioneranno“, ha detto il ministro al Journal du Dimanche (JDD).

Porte aperte significa “20% in più di consumo… è assurdo“, ha spiegato il ministro.

Alcune città francesi come Lione, Besançon e Parigi hanno emanato decreti comunali da metà luglio, quando la Francia è stata colpita da un’ondata di caldo, richiedendo ai negozi climatizzati di chiudere i battenti altrimenti pena le salatissime multe.

Il governo francese intende generalizzare il divieto all’intero Paese, con una sanzione prescritta di 750 euro. Inizialmente, tuttavia, lo sforzo si concentrerà sull’informazione dei negozianti.

Fino ad oggi la pubblicità illuminata è vietata dalle 01:00 alle 06:00 nelle città con popolazione inferiore a 800.000 abitanti. Nelle città più grandi le regole dipendono dall’eventuale quadro normativo locale.

Next Post

Il misterioso bagliore rosa nel cielo australiano non era un UFO ma ben altro

L’incredibile bagliore rosa segnalato su una cittadina australiana, sembrava essere un avvistamento UFO, ma in realtà si trattava di ben altro. Martedì (19 luglio) un incredibile bagliore rosa ha illuminato il cielo sopra una cittadina australiana, facendo sì che la gente del posto si chiedesse se fossero stati invasi dagli […]
Il misterioso bagliore rosa nel cielo australiano non era un UFO ma ben altro