Grillo inviperito con la regione Abruzzo
Grillo inviperito con la regione Abruzzo

La notizia che vi stiamo per raccontare potrebbe sembrare una bufala, una delle tante che abbandona sui social ed in rete per screditare un partito piuttosto che un altro, ed invece vi possiamo assicurare che è clamorosamente vero.

Tutto parte dalle elezioni regionali che si sono tenute lo scorso fine settimana in Abruzzo. Come abbiamo avuto già modo di dire, queste elezioni sono state considerate un banco di prova per i vari partiti, dovendo dimostrare la loro tenuta nelle preferenze dell’elettorato.

A trionfare a stata la Lega, con quasi la metà delle preferenze, e a seguire il Pd: molto indietro nelle preferenze si è invece piazzato il candidato 5Stelle, dimostrando come il partito di Matteo Salvini stia guadagnando sempre più distanza da quello di Luigi Di Maio.

Risultati che hanno a dir poco indispettito Beppe Grillo che, con la sua proverbiale pacatezza, si è lasciato andare a dichiarazioni tra il paradossale e l’incredibile.

“Io accetto tutto, accetto che il popolo abruzzese abbia deciso e ha fatto benissimo. Chiedo solo una cosa ufficialmente, che ci diano indietro i 700 mila euro che gli abbiamo dato l’anno scorso, quattro ambulanze e gli spazzaneve a turbina” , ha urlato durante il suo spettacolo Insomnia. Ora dormo! a Bologna.

“Gli abruzzesi hanno fatto la loro scelta e dovrebbero dire che le cose che gli abbiamo dato noi ‘ve le ridiamo indietro’. È giusto o no?”, ha aggiunto. “Quello che sto prendendo adesso è il malox con la vaselina”.

Tra l’altro, a fine spettacolo, se l’è dovuta vedere anche con un gruppo di contestatori. Un gruppo ha infatti srotolato uno striscione che indicava i morti da vaccino. Al grido di “Grillo hai rotto i c…i” i contestatori hanno accusato il M5s di aver ceduto alle posizioni dei pro vaccini.

Di fronte alle accuse, Grillo ha prima cercato di mediare poi ha chiosato: “Non ho tradito, non sono più il capo politico di un partito. Non venite a menarmela: con quello che ho fatto per questo Paese, io non me lo merito. A volte la sanità è mancanza di informazione”.

Loading...
Potrebbero interessarti

Roma intera contro Ignazio Marino, anche gli assessori lo abbandonano

Proprio non si capisce tutto questo accanimento contro il sindaco di Roma,…

Porta il crocifisso, 12enne picchiata da coetaneo

Terni. Una ragazzina di soli 12 anni è stata aggredita da un…