Il formaggio può creare una vera e propria dipendenza

In genere sono i dolci quelli di cui proprio non si riesce a fare a meno: una volta assaggiato un cucchiaino di nutella, ad esempio, è un’impresa da titani riuscire a smettere di mangiarne senza finire tutto il barattolo.

Una cosa molto simile accade anche per gli amanti del formaggio, di ogni genere esso sia, e gli scienziati sono arrivati a spiegare scientificamente proprio la dipendenza da formaggi e latticini in generale.

Gli autori di uno studio della University of Michigan, pubblicato su US National Library of Medicine, sono convinti che mozzarelle, cacio, parmigiano, taleggio e altre prelibatezze di questo tipo possano indurre dipendenza, e la colpa sarebbe tutta della caseina. La caseina infatti agisce sul cervello, e hanno visto che di fatto attiva i recettori oppioidi, gli stessi che si attivano con le sostanze stupefacenti e con l’alcol.

Durante l’osservazione, i ricercatori hanno scoperto che gli alimenti in grado di generare maggiore dipendenza sono quelli ricchi di grassi e più difficili da digerire. Questo processo renderebbe difficile riuscire a resistere al formaggio e agli alimenti che lo contengono. Gli esperti hanno usato la “Scala di valutazione delle ossessioni e compulsioni” di Yale per capire l’apprezzamento degli intervistati hanno verso i diversi alimenti; e i formaggi sono in cima alla lista.

Potrebbero interessarti

Scompenso cardiaco, improbabile connessione col sesso

Per scompenso cardiaco si intende una sindrome complessa per cui il cuore…

Legge Basaglia, 40 anni dalla legge che impose la chiusura dei manicomi

Le ultime due generazioni, per fortuna aggiungiamo noi, hanno sentito parlare dei…