Il mal di schiena deriva dalle scimmie

Redazione 1

I nostri antichi antenati ci hanno lasciato in eredità il mal di schiena.

Il mal di schiena deriva dalle scimmie
foto@depositphotos.com

Nelle ultime settimane è stata ripresa una ricerca scozzese di Aberdeen che ha rivelato che le colonne vertebrali degli esseri umani sarebbero poco adatte a restare erette, perché somiglianti maggiormente a quelle degli scimpanzè.

I soggetti che sono sofferenti di alcune patologie come l’ernia al disco ne potrebbero risentire maggiormente. Sono state confrontate 141 vertebre umane, 56 vertebre di scimpanzé e 27 vertebre di esemplari di orangotango.

Cosa è stato osservato da questo confronto? Ci sono differenze notevoli nella forma.

Tra le vertebre umane precisamente 54 avevano protuberanze dette nodi di Schmorl dalle quali si evinceva la presenza di ernia del disco. La loro forma era simile a quelle degli scimpanzé che non a quelle umane senza protuberanze.

Le nostre vertebre sono cambiate mano a mano che ci siamo evoluti, utilizzando per muoverci due gambe piuttosto che quattro“, spiega Mark Collard, ricercatore della Aberdeen University.

Tuttavia – aggiunge – l’evoluzione non è perfetta e alcune caratteristiche vertebrali, come quelle che abbiamo identificato simili agli scimpanzé, potrebbero essere rimaste. Il risultato è che alcune persone hanno vertebre che sono meno in grado di sopportare la pressione di camminare su due piedi”.

One thought on “Il mal di schiena deriva dalle scimmie

Comments are closed.

Next Post

Già 16 mila anni fa si usava lasciare fiori sulle tombe

Forse molti non sanno che già 16mila anni fa venivano usati i fiori per ricordare una persona scomparsa. E’ stata rispolverata una ricerca arrivata dalla Spagna che evidenzia la scoperta di una varietà di fiori risalenti ad oltre 16 mila anni fa. Gli esperti hanno difatti isolato, su una tomba […]
16 mila anni fa si usava lasciare fiori sulle tombe