Il trapasso dell’anima dopo la morte, cosa succede

Redazione

L’anima dopo la morte torna ad essere spirito, cioè entra nel mondo degli spiriti che aveva lasciato per poco tempo.

Il trapasso de anima dopo la morte cosa succede
foto@depositphotos.com

L’anima mantiene la sua individualità dopo la morte, non la perde mai. Quando non ha più un corpo materiale, l’anima può vedere la sua individualità perché ha ancora un suo fluido, estratto dall’atmosfera del suo pianeta e che rappresenta l’opera della sua ultima incarnazione: il suo perispirito.

L’anima non porta con sé nulla dalla terra, nient’altro che la memoria e il desiderio di andare in un mondo migliore.

Questo ricordo è pieno di dolcezza o amarezza a seconda del modo in cui ha vissuto la vita; più è puro, meglio comprende la futilità di coloro che sono rimasti sulla terra.

Quelli che pensano che alla morte l’anima rientri nell’universale cadono in errore.

Se le anime fossero state mescolate in una massa, avrebbero avuto solo le qualità dell’insieme, non avrebbero avuto né intelligenza né qualità proprie, mentre, in tutte le comunicazioni spiritualistiche, darebbero un barlume di coscienza e volontà distinte; l’infinita diversità che ci presenta sotto tutti gli aspetti è la conseguenza stessa delle individualità.

Se dopo la morte fossero assorbite tutte le individualità, questo totale sarebbe uniforme e di conseguenza tutte le comunicazioni ricevute dal mondo invisibile sarebbero identiche.

Poiché ci sono entità buone, altre cattive, dotte e ignoranti, felici e infelici, che hanno tutti i tipi di caratteri: felici, tristi, infelici, profonde, ecc. è ovvio che sono distinte.

L’individualità diventa ancora più evidente quando queste esistenze dimostrano la loro identità attraverso segni indiscutibili, ad esempio dati personali riguardo alla loro vita terrestre; non si può in effetti mettere in dubbio quando gli spiriti si manifestano alla vista attraverso le apparizioni.

L’individualità dell’anima non era indicata, in teoria, come un dogma di fede; In un certo senso, lo spiritualismo ha anche una certificazione materiale.

fonte@il libro degli spiriti

Next Post

La reincarnazione è una manifestazione di giustizia

L’anima che non ha potuto raggiungere la perfezione durante la vita corporea così può completare la sua purificazione sopportando la prova di una nuova esistenza. L’anima, purificandosi, subisce indubbiamente una trasformazione, ma per questo ha bisogno della prova della vita corporea. L’anima ha diverse esistenze corporee, dopo aver lasciato un […]
La reincarnazione una manifestazione di giustizia