Io prima di te, amore e niente più nel film di Thea Sharrock

Eleonora Gitto

Un film sull’amore, che parla d’amore e che mostra solo amore: Io prima di te di Thea Sharrock.

Io prima di te, nelle sale italiane dal 1 settembre 2016, è distribuito da Warner Bros.

In questo film la cui sceneggiatura è stata curata da Jojo Moyes, Scott Neustadter e Michael H.Weber, il protagonista assoluto è l’amore.

E’ del genere “strappalacrime”, ma il film è cucito bene e perciò non è mai banale.

Lei è una ragazza eccentrica, che si veste in modo molto particolare e ama follemente un giovane tetraplegico.

L’amato dopo avere avuto una bella vita, si ritroverà su una sedia a rotelle. Ma la giovane donna lo ama comunque senza riserve.

In questo film si ride, si piange, ci s’intenerisce e intristisce al contempo.

Nulla da dire, la regista Thea Sharrock anche se è al suo primo film, ha fatto centro.

Il film è delicato, come una bella favola e diretto come il romanzo più realista.

Romantico e drammatico al contempo, non scivola nel “già visto”, grazie allo sguardo originale della stessa regista che decide per scene brevi e molto colorate così da fare entrare subito lo spettatore nella storia che inizia con l’incontro tra il tetraplegico Will Traynor e l’adrenalinica Louisa Clark.

Fra i due c’è nasce un’isolita alchimia che sfocia in un amore che cresce fra concerti di musica classica, vacanze esotiche, baci teneri o appassionati e una pista da ballo che suggella il legame fra i due.

La scena del ballo, come si può facilmente immaginare, è struggente.

Insomma, se il compito di Luisa è di far cambiare idea a Will che pensa all’eutanasia perché stanco di stare su una sedia a rotelle senza poter godere più della vita, bisogna dire che alla fine lo  assolve a pieni voti.

Morale? L’amore alla fine trionfa su tutto, anche sulla morte.

Io prima di te è tratto dall’omonimo romanzo di Jojo Moyes.
Nel cast Emilia Clarke, Sam Claflin, Charles Dance, Matthew Lewis, Vanessa Kirby e Janet McTeer.

Next Post

Harvey Keitel e lo stretto rapporto col cinema italiano

Nelle scorse ore abbiamo parlato di Stefania Sandrelli che ha festeggiato i suoi 55 anni di carriera con un premio al Festival di Locarno, il Leopard Club Award, ma allo stesso Festival sono arrivati una miriade di altri ospiti illustri, tra cui spicca senza dubbio Harvey Keitel, arrivato a Locarno […]