Jimmy Page si difende dall’accusa di plagio

La notizia nelle scorse settimane ha fatto il giro del mondo: non una band qualsiasi, ma i Led Zeppelin, sono stati accusati  di plagio, e proprio per la canzone “Stairway to heaven“, uno dei brani su cui hanno costruito tutta la loro incredibile carriera.

Il processo è iniziato in queste ore e i diretti interessati proprio non ci stanno: la canzone non è affatto stata copiata da “Taurus” degli Spirit, anche se vi è una innegabile somiglianza.

E’ vero, nella mia collezione di novemila album in vinile e cd c’è anche quello degli Spirit del 1968 con il brano ‘Taurus’ incriminato. Ma la canzone mi suona totalmente aliena“, dichiara il chitarrista 72enne Jimmy Page, che neppure ricordava di averlo il cd in casa sua.

Page ha inoltre spiegato ai giudici di aver suonato spesso un riff tratto proprio da una canzone degli Spirit, di cui aveva sentito alcuni brani alla radio. Ma, ha assicurato, non ricordava di averli mai sentiti suonare dal vivo e nemmeno quando hanno suonato ‘Taurus’ nel 1968, in un concerto a Denver per il quale i Led Zeppelin erano stati il gruppo di apertura.

L’avvocato dei Led Zeppelin, Peter Anderson, ha obiettato che il video, portato al processo da Malofiy in cui un chitarrista esegue a confronto gli arpeggi dei due brani per dimostrare il plagio, non era tra le testimonianze ammesse. Il processo quindi rischia persino di essere annullato!

Next Post

Pupo le sue previsioni apocalittiche

Nella sua vita ne ha dovute affrontare tante, dai momenti di assoluta gloria al buio più nero quando è stato sopraffatto dalle sue dipendenza da gioco d’azzardo e sesso, ma alla fine è sempre riuscito a venire fuori e in queste settimane è uscito anche il suo ultimo disco, che […]