La Cina vuole davvero occupare la Luna?

Redazione

La Nasa insiste sulla teoria che in un prossimo futuro la Cina potrebbe rivendicare la proprietà della Luna.

La Cina vuole davvero occupare la Luna
foto@depositphotos.com

In un’intervista rilasciata a Bild il 7 luglio, l’amministratore della NASA Bill Nelson ha espresso la sua preoccupazione per il fatto che non passerà molto tempo prima che i cinesi rivendichino la proprietà della Luna.

Poche ore dopo, le autorità cinesi hanno emesso una smentita. La domanda però è rimasta ancora: Ci sarà una nazione che rivendicherà la proprietà del nostro satellite a breve?

Per la cronaca, nel 2019 la Cina è diventata la prima nazione a far atterrare la sua navicella spaziale sulla Luna. Prima di entrare nel 2020, insieme alla Russia, hanno annunciato i loro piani per raggiungere il Polo Sud del pianeta, entro il 2026, come riferisce il portale news247.gr.

Il programma Artemis Accords guidato dagli Stati Uniti, che coinvolge 20 paesi, vuole portare le persone sulla Luna entro il 2025, dopo aver prima “costruito” una stazione di ricerca e una stazione spaziale di supporto nel 2024.

Nel frattempo, i documenti del governo cinese trapelati hanno rivelato l’intenzione di costruire una stazione di ricerca internazionale con equipaggio permanente entro il 2027.

Quale paese rivendicherà per primo la proprietà della Luna

Come spiegano i Professori Associati di Spazio e Relazioni Internazionali Svetla Ben-Itzhak e R. Lincoln Hines , “c’è una grande differenza tra ‘creare una base sulla Luna’ e ‘occupare la Luna’, una superficie di 39 milioni di chilometri quadrati“.

Gli studiosi della sicurezza spaziale hanno informato che “occupare un pianeta non è solo illegale, è anche tecnologicamente impossibile. Il costo di un’impresa del genere sarebbe estremamente alto e, allo stesso tempo, i benefici sarebbero incerti“.

Il Trattato sullo spazio extra-atmosferico, adottato nel 1967, quando fu firmato da 134 paesi, tra cui la Cina, afferma espressamente che:

lo spazio extra-atmosferico, compresa la Luna e altri corpi celesti, non sarà soggetto ad appropriazione nazionale per pretesa di sovranità, attraverso l’uso o possesso. o con qualsiasi altro mezzo”.

Il trattato indica che nessun paese può occupare la Luna e dichiararla un’estensione delle sue ambizioni e privilegi nazionali. Dunque se la Cina compierebbe un tale sforzo “Rischierebbe la condanna internazionale e un possibile contraccolpo“.

Sebbene nessun paese possa rivendicare la proprietà della Luna, chiunque voglia esplorarla può farlo, proprio come può usare lo spazio e i corpi celesti.

La Cina può comunque prendere il controllo della Luna

È noto che la Cina sta facendo enormi investimenti nello spazio. Nel 2021 era la numero uno nella lista dei lanci in orbita (55, con gli USA n. 2 con 51).

Un anno prima (2020) il budget spaziale cinese era la metà di quello della NASA (13.000.000.000 di dollari). Ha avuto un aumento del 17,1%, con gli Stati Uniti che si sono limitati al 5,6%, rispetto al 2019.

Next Post

Restate single, il consiglio di un ministro contro la sovrappopolazione

In occasione della Giornata mondiale della popolazione, il ministro del Nagaland, uno stato dell’India, ha chiesto di fare scelte oculate tipo quella di restare single. Il ministro del Nagaland, Temjen Imna Along, che è diventato di tendenza sui social media ha escogitato una singolare battaglia contro la crescita demografica. In […]
Restate single il consiglio di un ministro contro la sovrappopolazione