La donna con i peli sotto le ascelle? Disgustosa e uno spot fa indignare

Redazione

Un normalissimo spot pubblicitario fa indignare gli utenti sui social per un particolare che molti hanno trovato “fuori luogo”.

Un famoso marchio sportivo è stato messo sotto accusa sui social per uno dei suoi ultimi spot su Instagram.

Le persone hanno criticato aspramente quello spot che ritraeva una donna con un braccio alzato e con i peli sotto l’ascella, si trattava di una pubblicità che riguardava un modello particolare di reggiseno.

Più di 172.000 persone hanno apprezzato il post, con alcuni che lo hanno condiviso, tanti i ringraziamenti da parte dei clienti e del pubblico in generale, nonostante questo però molti hanno bollato l’immagine come “disgustosa“.

Un utente scrive: “Una mossa orribile per il marketing: evidentemente meno dell’uno per cento del target di riferimento femminile non si rade. Cosa sta succedendo?

È disgustoso“, ha aggiunto un altro utente.

I commenti negativi però, hanno spinto i tanti utenti contenti a rispondere alle critiche.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Big mood @annahstasia.

Un post condiviso da NikeWomen (@nikewomen) in data:

Qualcuno infatti ha deciso di difendere la pubblicità rispondendo ai commenti:

Sono così imbarazzata dal fatto che la maggior parte dei commenti negativi che vedo, provengono da altre donne, se è una mia scelta personale di radermi, va bene. Ma smettetela di giudicare gli altri, una donna non diventa disgustosa o meno perché non si rade“.

Un utente scherzandoci su, commenta: “Alcune delle ascelle di chi commenta non sono nemmeno rasate in questo momento, quindi silenzio“.

fonte@Mirror

Next Post

UFO: la verità sul brevetto top secret degli Stati Uniti

Un brevetto per un aereo spia potrebbe spiegare alcuni avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Si tratterebbe di un aereo spia top-secret della USAF, un progetto americano altamente segreto denominato “black project“. Il TR-3B potrebbe essere stato creato in segreto con la tecnologia più avanzata dall’Aeronautica degli Stati Uniti. Non […]