La Macchinazione, il film che pretende la verità su Pasolini

Eleonora Gitto

La Macchinazione, il film su Pierpaolo Pasolini che pretende la verità sulla morte dell’artista.

Sulla morte del regista, del narratore, del poeta, dell’uomo di cultura, di un grande del novecento.

Il film non crede alla versione più o meno ufficiale dell’uccisione per opera di Pino Pelosi, un ragazzino diciassettenne gracile, che pesava solo una sessantina di chili.

David Grieco, giornalista e regista de La Macchinazione, spiega così: “Il caso non è chiuso, a quarant’anni da quella tragica morte, i nuovi indizi emersi su una diversa dinamica e un possibile movente, anche successivamente all’archiviazione, sono numerosi”.

“Occorre solo una semplice azione: indagare. Un compito che il Parlamento ha il dovere di svolgere perché il principio di verità e giustizia su quella morte è un diritto da garantire senza prescrizione e sono in molti a chiederlo”.

Il film è stato prodotto da Propaganda Italia, di Marina Marzotto, e il protagonista è Massimo Ranieri, ineccepibile nel ruolo del grande artista.

A fare da colonna sonora al film ci sono addirittura le musiche dei Pink Floyd.

Questo film verità è uno spettacolo da non perdere, perché girato ottimamente e perché tratta di un argomento che non va dimenticato. Potremo vedere La Macchinazione nelle sale italiane dal 24 marzo 2016.

Insieme con Massimo Ranieri nel cast troviamo Libero De Rienzo, François-Xavier Demaison, Matteo Taranto, Milena Vukotic, Roberto Citran, Catrinel Marlon, Paolo Bonacelli e Toni Laudadio.

Next Post

La Iena Mauro Casciari dice addio alla trasmissione

Danno la caccia ai truffatori e agli imbroglioni sparsi non solamente sul territorio nazionale, portano alla ribalta storie spesso drammatiche, non hanno paura di mettersi contro personaggi anche potenti. È proprio questo che ha fatto si che la trasmissione Le Iene diventasse, negli anni, sempre più amata e seguita, ma […]